calcio

Lazio senza Immobile, ecco i vicerè di Ciro il Grande

Con Immobile non disponibile, Inzaghi deve trovare un centravanti per la sua Lazio. La scelta cade su due esterni, anche se, volendo, si potrebbe ricorrere alle qualità dei centrocampisti.

Mattia Deidda

"Una domenica quasi perfetta. La Lazio vince contro il ChievoVerona e si prende il terzo posto della classifica, a pari punti con l'Inter (43), bloccata in casa dalla Roma per 1-1. Il recupero della gara contro l'Udinese (mercoledì), un'occasione per distanziare i nerazzurri e ribadire le proprie ambizioni europee. L'infortunio di Immobile l'unica nota stonata della giornata. L'italiano ha lasciato il campo al 34' causa trauma distrattivo del quadricipite destro. Impossibile vederlo in campo nelle gare contro Udinese e Milan. Un problema per Inzaghi, che nel recupero contro i friulani spera, quanto meno, di portare in panchina Caicedo.

Rebus vice-Immobile

"Caicedo si è allenato con il gruppo, saltando solamente la partitella finale. Un segnale positivo per il tecnico, che però difficilmente lo schiererà dal primo minuto contro l'Udinese. Con Immobile out e Palombi ceduto in prestito alla Salernitana, la Lazio ha terminato i centravanti di ruolo. Non è un problema per Inzaghi, che ha già pronte varie alternative. La prima è quella di schierare come uomo più avanzato FelipeAnderson, ovvero la scelta fatta domenica nel momento della sostituzione. Il brasiliano, quando schierato vicino l'area di rigore, ha sempre regalato risposte positive, e la capacità di andare in profondità può far sentire meno del previsto la mancanza di Immobile. Discorso simile per Nani, che non avrà la progressione di FelipeAnderson, ma ha già ricoperto la posizione di punta centrale in carriera, e le risposte date sul campo in questa stagione (2 gol e 2 assist in appena 124 minuti di gioco totale) lasciano ben sperare. Con ogni probabilità, Inzaghi opterà per una staffetta, iniziando con il brasiliano per poi passare all'ex ManchesterUnited.

Centrocampisti all'attacco

"Nonostante l'idea Anderson-Nani sia la più gettonata, Inzaghi tiene in considerazione ogni possibilità. LuisAlberto non può giocare come centravanti. Non ha le caratteristiche, il passo, il fisico, ma può senza dubbio agire come falso nueve. Staccandosi dalla marcatura e venendo incontro al pallone, ha il potere di liberare uno spazio dove gli addetti agli inserimenti possono trovare terreno fertile. Tutto sta nella capacità dello spagnolo di giocare la palla di prima, nel minor tempo possibile. Difficile che Inzaghi opti per questa opzione, ma in caso di necessità può rappresentare un'idea valida tanto quanto vedere Milinkovic-Savic come uomo più avanzato. Con due gol nell'ultima giornata, il serbo non avrebbe problemi ad agire come boa, vincendo duelli fisici e rendendo biancoceleste ogni palla alta. Il problema, in queste due opzioni, non è schierare in attacco due centrocampisti, bensì toglierli dal loro ruolo originale, rovinando quindi un meccanismo di gioco che ha portato la Lazio ad essere una delle migliori squadre del campionato.

(function() {

var referer="";try{if(referer=document.referrer,"undefined"==typeof referer)throw"undefined"}catch(exception){referer=document.location.href,(""==referer||"undefined"==typeof referer)&&(referer=document.URL)}referer=referer.substr(0,700);

var rcel = document.createElement("script");

rcel.id = 'rc_' + Math.floor(Math.random() * 1000);

rcel.type = 'text/javascript';

rcel.src = "http://trends.revcontent.com/serve.js.php?w=82012&t="+rcel.id+"&c="+(new Date()).getTime()+"&width="+(window.outerWidth || document.documentElement.clientWidth)+"&referer="+referer;

rcel.async = true;

var rcds = document.getElementById("rcjsload_e27c7e"); rcds.appendChild(rcel);

})();

tutte le notizie di