Lazio, occhi su Badstuber: lo manda Klose…

La Lazio punta Badstuber, difensore centrale in forza allo Stoccarda. Resta da vincere la concorrenza del Fenerbahce ma c’è uno sponsor d’eccezione…

di Redazione Il Posticipo

Lazio, la corsa a Badstuber si complica. Il difensore centrale sarebbe finito nelle mire del Fenerbahce, pronto a rilanciare l’offerta. E dunque? La società biancoceleste non si farà trovare impreparata. Il tedesco resta nel mirino e poi c’è uno sponsor speciale: Miro Klose.

Badstuber, efficienza teutonica e piede felpato

Badstuber è il classico difensore centrale tedesco. Prestanza fisica, personalità e buona tecnica di base. La sua ascesa è stata fermata dagli infortuni ma, al netto di problemi fisici che ne hanno minato gli ultimi anni, è un prospetto di altissimo profilo. Ventinovenne, in scadenza di contratto, sarebbe il profilo perfetto per sostituire il partente De Vrij. Mancino naturale, unisce una grande fisicità a un piede particolarmente educato. Basti pensare che Van Gaal gli aveva anche affidato i calci da fermo. L’unico ostacolo resta l’ingaggio. La Lazio deve almeno pareggiare l’offerta del Fenerbahce, perché gode anche della preferenza del calciatore. E centrare la Champions. Ecco perché l’incontro con il Salisburgo è doppiamente importante.

Uno sponsor d’eccezione e un piano B tricolore

Fra l’altro, c’è uno sponsor d’eccezione. Badstuber ha un lungo passato nel Bayern Monaco dove ha avuto modo di incrociare Miroslav Klose, uno che ha scritto qualche pagina recente nella storia della Lazio. Il centravanti campione del mondo avrebbe vivamente consigliato al collega l’avventura romana. Una spinta graditissima dalla dirigenza laziale, che può contare su un’arma in più per convincere il calciatore. Se il calciatore non dovesse accettare la Lazio, non si farà trovare impreparata. Il piano B di Tare porterebbe sempre in Germania, spostandosi da Stoccarda a Brema, dove gioca una vecchia conoscenza del calcio italiano. Caldirola. Il centrale italiano sarebbe particolarmente apprezzato anche perché andrebbe ad arricchire la colonia “azzurra” in casa biancoceleste. Anche lui ha un contratto in scadenza e le sue richieste non sarebbero particolarmente eccessive, comunque in linea con il “salary cap” della società biancoceleste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy