Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’autista di Maradona a Dubai ricorda Diego: “Era un uomo allegro, sempre sorridente. E quella volta che ci si è fermata la macchina tra le dune…”

(Photo by Chris McGrath/Getty Images)

Se si parla di Maradona vengono in mente l'Argentina e la "sua" Napoli, ma il Pibe de Oro per molti anni ha avuto la sua redisenza a Dubai. E anche da quelle parti ha lasciato un ricordo indelebile, almeno nella memoria di Sulaiman Nellissery,...

Redazione Il Posticipo

Se si parla di Diego Armando Maradona vengono in mente l'Argentina e la "sua" Napoli, ma il Pibe de Oro per molti anni ha avuto la sua residenza a Dubai. E anche da quelle parti ha lasciato un ricordo indelebile, almeno nella memoria di Sulaiman Nellissery. Chi è costui? L'autista che per sette anni ha accompagnato il Diez in giro per il paese del Golfo Persico, che ha rilasciato un'intervista a Infobae ricordando il suo rapporto con Diego. Che lo ha portato anche a conoscere i membri della famiglia di Maradona, con cui è tuttora in contatto.

FELICE - “Lo ricordo come un uomo buono, sempre sorridente. Era felice e gli piaceva Dubai. Ogni secondo passato accanto a lui per me è stato un momento di allegria. Sono stato con lui per sette anni come autista ed è stato il periodo più felice della sua vita lavorativa. L'ho conosciuto nell'agosto 2011, quando ero uno degli autisti dell'Al Wasl. All'epoca però non sapevo parlare spagnolo". E quindi, spiega Nellissery, per i primi mesi si sono parlati...a gesti. Il ricordo di Diego, comunque, è splendido. "In lui ho visto un uomo felice, che mi dava addirittura la libertà di andare a casa sua quando lui non c'era. Si fidava moltissimo di me. E vorrei tanto riuscire ad andare al cimitero dove Diego riposa. Ci ha lasciato bellissimi ricordi. E per me è ancora vivo".

 (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

VISITE - Com'era la vita di Maradona a Dubai? Parecchio impegnata e piena di visite... "Era sempre accompagnato da molta gente e lo venivano a trovare membri della famiglia reale e del governo. Era continuamente in contatto con le persone più potenti del paese, che lo andavano a trovare a casa. E lui apriva le porte a giornalisti, amici e familiari. Ho conosciuto Dalma, Gianinna, Jana, Diego Fernando, Diego Junior e anche le sue due ex compagne Veronica e Rocío. Sono tutti miei buoni amici e son o ancora in contatto con loro. Parlo anche con Morla per sapere come sta la famiglia e perchè Matias è mio amico". E fare l'autista di Diego significa anche vivere scene particolari... "Un giorno andavamo all'allenamento a Fujairah, la strada era molto trafficata e abbiamo deciso di tagliare per le dune. Quando abbiamo provato a passare sulla sabbia la macchina si è bloccata e con Diego siamo scesi per farla ripartire, per far uscire la ruota dalla sabbia ci è voluta un'ora. Diego era sceso dalla camionetta perchè non sopportava il caldo, ma anche perchè voleva darmi una mano". Da un uomo del popolo come Maradona, difficile aspettarsi qualcosa di diverso.