Lautaro a un bivio, ma Scaloni avvisa: “Io vorrei che giocasse e che avesse continuità…”

L’Inter guarda sempre più a nomi nuovi in attacco, una ricerca che suggerisce che per Lautaro Martinez possa essere arrivato il momento di salutare Appiano Gentile. Del resto, su di lui c’è il Barcellona. Ma il CT dell’Argentina Scaloni avvisa: non è importante dove giocherà, ma piuttosto che lo faccia spesso…

di Redazione Il Posticipo

Il mercato non si ferma, persino quando quasi tutto il calcio è ai box a causa del coronavirus. E tra le società più attive c’è l’Inter, che guarda sempre più a nomi nuovi in attacco. Con Lukaku punto di riferimento inamovibile, la ricerca di Cavani e Werner suggerisce che per Lautaro Martinez possa essere arrivato il momento di salutare Appiano Gentile. Del resto sull’argentino c’è il Barcellona, non proprio un club a cui si dice facilmente di no. L’idea di giocare con Messi anche nel club, oltre che in nazionale, può stimolare il Toro. E certamente è un qualcosa che farebbe felice anche Scaloni, il CT dell’Albiceleste.

CONTINUITÁ – Il tecnico argentino ha parlato a Radio La Red e ha però spiegato che, nel suo ruolo, non è tanto importante dove giocherà Lautaro, ma piuttosto che l’attaccante nerazzurro scenda in campo con continuità, per continuare il processo di maturazione che l’ha portato a diventare in poco tempo uno dei calciatori più richiesti del panorama europeo. Ecco perchè Scaloni lancia un avvertimento: se deve andare al Camp Nou, bisogna…trovargli un posto. “Portarlo via dall’Inter non sarà semplice, ma se Lautaro dovesse andare al Barcellona, penso che Quique Setien cercherà un modo per farlo giocare titolare. Ma lui dovrà sacrificarsi e guadagnarsi il posto. Io vorrei che giocasse e che avesse continuità”.

TIPO DI ATTACCANTE – Il punto principale della questione è la condizione di Luis Suarez. Il Pistolero è di ritorno da un infortunio e la carta di identità dell’uruguaiano comincia a segnare 33 anni. Logico dunque che il Barça cerchi un attaccante con le sue caratteristiche: fiuto del gol e capacità di sacrificio, fondamentale in una squadra in cui, paradossalmente, il numero 9 non è il vero terminale offensivo. Ma Lautaro Martinez da questo punto di vista è una garanzia, come spiega Scaloni. “La cosa bella di Lautaro è che corre per lui e anche per i suoi compagni di squadra. È il tipo di attaccante a cui tutti guarderanno in futuro”. Con quale maglia lo vedranno, questo è tutto da capire…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy