L’Atletico vince: ha segnato… Simeone

L’Atletico vince: ha segnato… Simeone

Un gol per allontanare le polemiche e pensare solo al campo. Primo gol e vittoria per il “cholito colchonero” che dopo il burrascoso addio al River, ha ritrovato gol e serenità

di Redazione Il Posticipo

Giuliano Simeone fa parlare finalmente il campo. Il figlio del tecnico dell’Atletico Madrid, giunto nella capitale spagnola fra mille polemiche, ha segnato con la sua nuova maglia. Una soddisfazione che il ragazzo ha voluto esternare, come molti suoi coetanei, attraverso il profilo Instagram. “Prima rete con questa bellissima maglia”

GOL – La rete è arrivata nella sfida vinta 2-1 con l’Alcobendas. Una rete che è servita al ragazzo soprattutto per ritrovare la normalità dopo un periodo parecchio complicato. La prima rete è arrivata, fra l’altro, relativamente presto considerando che il ragazzo ha esordito con l’Atletico non più di tre settimane fa dopo il burrascoso (eufemismo) addio al River Plate. Le doti del ragazzo, del resto, sono fuori discussione. Simeone, il papà, lo ha già aggregato, secondo quanto riporta AS, per un paio di volte agli allenamenti della prima squadra, dove il ragazzo non ha demeritato. Per ora, però, meglio andarci cauti e lasciargli accumulare minutaggio ed esperienza.

RISOLTA – Le ultime settimane, del resto, non sono trascorse nella massima serenità per il ragazzo che ha scelto di lasciare la capitale argentina per vivere con suo padre. Il River, però, non ha affatto preso bene il trasferimento, che, secondo loro, si è concretizzato senza permesso. Il club ha chiesto e ottenuto un risarcimento: e così Giuliano si è trovato, suo malgrado, al centro di un contenzioso. La disputa, secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo, si è risolta con un pagamento di 250mila euro e con una “promessa” di un ulteriore risarcimento quando il giocatore firmerà suo primo contratto da professionista. Tutto sommato una soluzione che potrebbe rendere tutti felici.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy