Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’Aston Villa vieta…il fantacalcio ai suoi giocatori: hanno spifferato l’assenza di Grealish facendo la formazione!

 (Photo by Marc Atkins/Getty Images)

Dean Smith si è ritrovato a dover sentire Brendan Rodgers ammettere senza troppi problemi che sapeva che Jack Grealish non avrebbe giocato contro il Leicester. Il tecnico dei Villans ha subito pensato a una talpa, ma la realtà è...più...

Redazione Il Posticipo

Lo spogliatoio, in teoria, è un luogo sacro. Quello che si dice e che accade nelle sacre mura, in teoria, non dovrebbe venirlo a sapere nessuno se non i diretti interessati. Ma si sa, non sempre le cose vanno come dovrebbero. E quindi spesso e volentieri filtrano parecchie informazioni. Racconti di litigi epici, di mugugni interni alla squadra, ma anche notizie sullo stato di salute di questo o di quel calciatore. Il tecnico dell'Aston Villa Dean Smith, per esempio, si è ritrovato a dover sentire Brendan Rodgers  ammettere senza troppi problemi che sapeva che Jack Grealish non avrebbe giocato contro il Leicester. Tutta colpa di qualche voce spuntata sui social a un giorno della partita in cui si parlava dell'assenza del capitano dei Villans.

FANTASY FOOTBALL - Smith, abbastanza comprensibilmente, non l'ha presa benissimo. Nelle dichiarazioni dopo il match, perso per 1-2 dai suoi e senza che Grealish scendesse effettivamente in campo, il tecnico ha spiegato di aver intenzione di fare un'indagine interna per capire chi è che ha spifferato cose che non dovevano filtrare. Bene, come racconta il DailyMail, l'indagine c'è stata e il risultato è che in fondo non è colpa...di nessuno. Ma anche un po' di tutti. Il tabloid spiega che non c'è stato un calciatore vero e proprio che ha rivelato a qualcuno che Grealish non avrebbe giocato contro il Leicester, ma che qualcosa ha messo in allarme parecchie persone: molti dei giocatori dell'Aston Villa che giocano a Fantasy Football, il fantacalcio più famoso d'Inghilterra, avevano escluso il loro capitano dalla formazione.

 (Photo by Carl Recine/Pool via Getty Images)

DIVIETO - E visto che non è possibile rendere i profili privati, per i più attenti è quindi stato abbastanza semplice fare due più due e capire che probabilmente Grealish non sarebbe stato della partita. Dunque, nessun bisogno di...disinfestare lo spogliatoio per trovare qualche talpa, ma allo stesso tempo Smith e la società non hanno comunque gradito. Anche perchè non sono stati solo i compagni di squadra a rimuovere il trequartista, ma persino i membri dello staff del tecnico che partecipano al fantacalcio. E quindi, a mali estremi, estremi rimedi: l'Aston Villa ha chiesto a calciatori e staff di smettere di giocare a Fantasy Football, in modo da impedire nuove situazioni simili. E chissà se a Villa Park sono più contenti nel sapere che comunque non c'è nessuno che spiffera i segreti dello spogliatoio o più arrabbiati per questa fuga di notizie...abbastanza particolare.