L’assurda sfortuna di Odegaard: dopo cinque anni debutta con il Real da titolare…e risulta positivo al Covid-19

Il norvegese diventa celebre nel 2015, quando a ad appena 16 anni viene acquistato dalla Casa Blanca, ma per i quattro anni successivi viene spedito in prestito. E ora che ha fatto il suo debutto dal primo minuto con la maglia del Real Madrid…è risultato positivo al Covid-19. Per sua fortuna, però, il secondo test è negativo.

di Redazione Il Posticipo

A volte il destino è abbastanza imperscrutabile, ma quando ci si mette sa anche essere…abbastanza chiaro. E nel caso di Martin Odegaard ce la sta mettendo tutta per ribadire a chiare lettere che la storia d’amore tra il norvegese e il Real Madrid non può essere normale. Il suo nome diventa celebre nel 2015, quando a ad appena 16 anni viene acquistato dalla Casa Blanca. Del resto, è considerato uno dei maggiori talenti del calcio europeo. Esordisce a 16 anni e 156 giorni, sostituendo niente meno che Cristiano Ronaldo. Poi però qualcosa si rompe e per i quattro anni successivi viene spedito in prestito in giro per l’Europa.

NEGATIVO – Ma la fortuna gira e a settembre 2020, nel match della squadra di Zidane contro la Real Sociedad (con cui ha giocato in prestito), Odegaard fa finalmente il suo debutto dal primo minuto con la maglia del Real Madrid. E…risulta positivo al Covid-19. Incredibile ma vero, come spiega AS. Il norvegese è risultato positivo ai tamponi effettuati dopo la prima partita di campionato per il Real ed è finito in isolamento precauzionale in attesa del risultato del secondo test. Che per fortuna è risultato negativo. Considerando che dopo cinque anni aveva finalmente ottenuto il posto da titolare, sarebbe stata una botta di sfortuna non da poco.

PAURA – Sarebbe stato un bel problema anche per il Real Madrid, perchè il calciatore è asintomatico. E se nella giornata di martedì alla Ciudad Deportiva si sono presentati solo gli infortunati (Militao, Hazard, Asensio e Lucas Vázquez), visto che Zizou ha dato il giorno libero ai suoi, rimaneva il dubbio dell’allenamento di lunedì, quando chi ha giocato contro la Real Sociedad ha effettuato la classica seduta defaticante. Insomma, uno strano scherzo del destino per Odegaard, che non ha fatto in tempo a gioire della sua prima da titolare con la camiseta blanca che già rischiava…di essere responsabile di un focolaio al Santiago Bernabeu. Ma del resto, di normale nella sua storia al Real non c’è davvero nulla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy