L’Arsenal perde Mkhitaryan per problemi diplomatici? Leno attacca la Uefa: “È uno scandalo! Ecco perché non abbiamo boicottato la finale di Baku…”

L’Arsenal perde Mkhitaryan per problemi diplomatici? Leno attacca la Uefa: “È uno scandalo! Ecco perché non abbiamo boicottato la finale di Baku…”

I Gunners non potranno schierare uno dei loro migliori giocatori nella finale di Europa League contro il Chelsea per questioni extra-calcistiche… e ragioni di sicurezza! Il portiere tedesco è furioso con la Uefa per questo motivo, ma non solo

di Redazione Il Posticipo

L’Arsenal parte per Baku, Henrik Mkhitaryan invece resta a casa. La notizia trapelata un paio di settimane fa è diventata ufficiale: il centrocampista armeno non potrà scendere in campo nella finale di Europa League contro il Chelsea per problemi diplomatici. Tutta colpa delle tensioni tra il suo Paese d’origine e l’Azerbaigian, dove andrà in scena l’ultimo atto dell’edizione. Un brutto colpo da incassare soprattutto per il portiere Leno… andato su tutte le furie!

“SCANDALO” – Mkhitaryan è il giocatore dell’Arsenal sceso in campo di più tra quelli che non prenderanno parte alla finale: basta questo per capire il problema che l’Arsenal sarà costretto a fronteggiare. Come riportato dal Mirror, infatti, l’Uefa non è stata in grado di garantire la sicurezza del centrocampista classe ’89, che di concerto con il club ha deciso di non viaggiare verso Baku. I giocatori dell’Arsenal speravano di poter onorare il compagno di squadra almeno mostrando una maglietta con il suo nome sulle spalle durante il riscaldamento, ma non gli è stato permesso nemmeno questo.

LENO FURIOSO – Il portiere dell’Arsenal Bernd Leno ha espresso tutto il suo risentimento ai microfoni di Kicker: “È uno scandalo che non possa giocare. Ha lavorato duramente per tutta la stagione e non può scendere in campo nella finale per motivi politici. Mi dispiace per lui”. La Uefa è stata criticata per aver scelto Baku come sede della finale. I due club hanno ricevuto solo 6.000 biglietti ciascuno, nonostante la capienza dell’impianto sia di 68.000 spettatori, e i quasi 5.000 km di distanza tra le due città hanno costretto i tifosi ad affrontare spese di viaggio considerevoli. Leno comprende perché la situazione abbia reso i tifosi infelici, ma secondo il portiere boicottare la finale non è semplice: “Il club vuole il titolo, vogliamo andare in Champions. Se ci rifiutiamo di giocare, saremo esclusi dalla Uefa. Non è così facile”. Tra qualche ora parlerà il campo… dopo una delle vigilie europee più complicate degli ultimi anni!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy