Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’Appunto

Di Stefano Impallomeni. L'Inter è la squadra più forte del campionato, anche se a volte vince il più bravo. Non una differenza da poco, ma tutta la differenza del caso. Inzaghi prenda nota.

Stefano Impallomeni

Le partite bisogna giocarle prima di vincerle, e soprattutto interpretarle bene. Vincono Sinisa e il Milan, con lo scudetto nerazzurro che alla fine risulta essere mezzo scheggiato, ma non del tutto consegnato. La variabile impazzita questa volta è Radu che imita Meret facendo saltare il banco. Errore colossale del portiere verso i titoli di coda, ma a parte questo (che non è poco), l'Inter esce sconfitta perché perde tempo a capire bene cosa e come poteva fare meglio. La squadra di Inzaghi non è stata sufficientemente matura e attenta in questa partita. Non sempre si può giocare come si vuole. E a volte occorre trovare la calma e la pazienza di vincere tramite il mestiere, soprattutto quando si affrontano squadre organizzate come il Bologna abile a negare spazi e profondità e con buona qualità offensiva.

Per l'Inter è un grave passaggio a vuoto, ma per disperarsi ci sarà ancora tempo. È un campionato folle, discontinuo dappertutto. E quindi tutto può succedere. Basta dare uno sguardo altrove con il crollo della Fiorentina (0-4 contro l'Udinese) e il 4-4 difettoso e "rigoroso" ( ben 4 rigori concessi da Abisso) di Bergamo tra Atalanta e Torino. A Bologna, quindi, niente di incredibile, considerato che la squadra di Mihajlovic aveva già fermato Milan e Juventus. Per Inzaghi e i suoi uno stop grave, ma non definitivo anche se potrebbe complicare vistosamente le cose in ottica scudetto. Nelle imperfezioni e nella evidente discontinuità di questo rendimento non azzardiamo previsioni, ma l'Inter non deve commettere l'errore di credersi più forte (sebbene lo sia) di tutti. Deve dimostrarlo con determinazione e concentrazione, senza troppo turnover e pochi cambi al momento giusto. E forse con meno presunzione. Il Milan avrà più pressione e il destino del campionato dalla sua parte. Vedremo che succederà. Voi siete sicuri che è già tutto finito e che non ci saranno altri colpi di scena? Noi no, ma confermiamo che l'Inter è la squadra più forte del campionato, anche se a volte vince il più bravo. Non una differenza da poco, ma tutta la differenza del caso. Inzaghi prenda nota.