Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Laporta punge Luis Enrique: “La nazionale sta facendo benissimo, ma gran parte del merito è di Xavi”

Laporta punge Luis Enrique: “La nazionale sta facendo benissimo, ma gran parte del merito è di Xavi” - immagine 1
Quando una squadra ha parecchi convocati, è normale che ci si interessi di come stanno andando loro le cose. Dunque, sorprende poco il fatto che il numero uno del Barcellona Joan Laporta parli di nazionale spagnola. Non senza qualche punzecchiata...

Redazione Il Posticipo

Mentre tutto il mondo è concentrato sulla Coppa del Mondo, nel mondo del calcio c'è anche chi deve pensare al proprio orticello nonostante l'attenzione sia fissa in Qatar. Come i presidenti dei club, che vedono le loro stelle da lontano mentre attendono il momento in cui si tornerà in campo a Mondiali finiti. Ma comunque, quando una squadra ha parecchi convocati, è normale che ci si interessi di come stanno andando loro le cose. Dunque, sorprende poco il fatto che il numero uno del Barcellona Joan Laporta parli di nazionale spagnola. Come riporta Marca, il presidente blaugrana ha detto la sua e non si è fatto mancare un po' di polemica...

Spagna tra le favorite

—  

Per le Furie Rosse da Laporta arrivano solo complimenti. "Mi sembra fantastica, è un orgoglio per il Barcellona vedere come stanno giocando i nostri calciatori e tutta la squadra. E anche come Luis Enrique la sta guidando, prendendosi tutta la pressione e togliendola dalle spalle di giocatori che sono molto giovani. Ci sono calciatori di gran talento che stanno facendo innamorare il mondo e la maggior parte di questi è del Barcellona. Vederli giocare è un orgoglio. La Spagna è favorita per vincere il mondiale, ma ci sono anche avversarie forti come Brasile e Francia. Le possibilità ci sono, bisogna vedere come va avanti la squadra". E ogni riferimento ai vari Pedri e Gavi non è per nulla casuale.

I meriti di Xavi

—  

Un qualcosa che Laporta sottolinea più volte, dando parecchi meriti a Xavi. "Il nostro allenatore sta facendo molto bene e per questo siamo primi in Liga. E se adesso anche la nazionale sta facendo bene, è conseguenza del buon lavoro che si fa al Barcellona. Luis Enrique ha fatto molto bene a creare un blocco di giocatori che per la maggior parte gioca in una squadra, che è il Barcellona. Questo facilita il gioco e l'adattamento. E una gran parte del merito bisogna darlo a Xavi, perchè sta facendo giocare tutti questi calciatori al Barcellona". Insomma, i blaugrana per bocca del loro presidente si prendono tutti i meriti. Ma faranno altrettanto in caso di eliminazione delle Furie Rosse?