Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Laporta inizia forte, vuole strappare Alaba al Real: incontro con l’agente dell’austriaco

(Photo by Jan Pitman/Getty Images)

Al Barcellona, dopo il caos post-Bartomeu, comincia l'era Laporta. Anzi, ricomincia, perchè a ben vedere il nuovo presidente dei blaugrana così nuovo poi non è. E visto che ha una certa esperienza, il numero uno blaugrana sa già benissimo cosa...

Redazione Il Posticipo

Al Barcellona, dopo il caos post-Bartomeu, comincia l'era Laporta. Anzi, ricomincia, perchè a ben vedere il nuovo presidente dei blaugrana così nuovo poi non è. Laporta è quello che una quindicina di anni fa ha dato a Pep Guardiola la possibilità di provare ad allenare la prima squadra e che ha creato il gruppo capace di vincere il Triplete nel 2009. Dunque, dopo anni complicati, i soci del Barcellona sono andati decisamente sul sicuro. La vittoria di Laporta su Font e Freixa è netta, considerando che il nuovo numero uno ha ottenuto più delle preferenze degli altri due messe assieme. E ora il compito si fa complicato, perchè ci sono subito un paio di questioni da cercare di risolvere.

SOLDI - La prima è il contratto di Messi, su cui Laporta però si è sempre detto molto ottimista. Anzi, in campagna elettorale aveva spiegato che la sua vittoria era l'unica possibilità per evitare che la Pulce lasciasse Barcellona a fine giugno. Ma non di solo Messi vive il Barça, che sta passando una stagione di transizione e che a breve rischia di salutare la Champions League, a meno di un clamoroso remake della Remuntada contro il Paris Saint-Germain. E visto che di soldi in questo momento non ce ne sono (anche se Laporta ha spiega più volte che la situazione non è drammatica come molti hanno voluto far credere), tanto vale puntare a un parametro zero. Anzi, al parametro zero più appetibile di questo mercato.

 (Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

ALABA - David Alaba ha confermato che lascerà il Bayern Monaco al termine del suo contratto e adesso non avrà che...da scegliere. L'austriaco, un talento polivalente che può giocare sia da terzino che da difensore centrale, è nel mirino di tutte le big del Vecchio Continente. E su di lui sembrava in vantaggio il Real Madrid, almeno finchè Laporta non ha tentato il colpo grosso. AS parla di un incontro tra il presidente blaugrana e l'agente del calciatore una settimana prima delle elezioni. Laporta non ha promesso grandi nomi in campagna elettorale, al contrario di chi aveva sostenuto di voler portare al Camp Nou Mbappè o Haaland. Ma in compenso si è già mosso per cercare di strappare un campione al Real. Se non è l'inizio più...Barça possibile, poco ci manca...

Potresti esserti perso