L’aneddoto di Ortega: “Mi vergognavo di dividere la camera con Diego ma lui…”

L’ex calciatore ricorda un episodio che testimonia la profonda umanità del d10s.

di Redazione Il Posticipo

Ortega e Maradona. El Burrito, uno dei tanti… eredi di Diego racconta a Tyc Sports  un aneddoto legato all’esperienza calcistica condivisa con Maradona. Tour della nazionale argentina prima dei Mondiali di USA 1994. Lui, 19 anni, Diego 33. Insieme, in camera. E l’ex calciatore del River non riusciva neanche a rivolgergli la parola.

LEGAME – La rivalità fra River e Boca scompare di fronte al ricordo di Diego Armando Maradona. Ortega ne è un esempio straordinario: “Amo Diego, non riesco a descrivere quanto abbia significato per me. Nel 1994 mi è capitato di condividere la stanza con lui. Se ci penso, credo che siamo in pochi a poterci  permettere di raccontare una situazione del genere”.

TIMIDO – La presenza del Diego lo emozionava e non poco. “Io neanche ci volevo stare in camera con Diego, mi vergognavo”. Emozione e timidezza comprensibili per un ventenne di fronte a un mito del calcio argentino. Ci ha pensato Maradona a rompere il ghiaccio. “Mi ha detto che la camera era la mia, di prenderne il pieno controllo e di fare ciò che volevo. Mi è sembrato incredibile: sembrava che io fossi Maradona che era Ortega. Diego aveva un’umiltà straordinaria. Ho scoperto il lato umano di Diego non di Maradona. Ed era una persona fantastica”.

ESTASI – El burrito spesso rimaneva in estasi: ” Molte volte durante gli allenamenti ho voluto stare fuori dalle squadre per sedermi su un lato a guardarlo. Lo stimo come uomo oltre che come giocatore. Quando sei giovane capita di sbagliare comportamenti e atteggiamenti. A volte hai bisogno di un abbraccio e di un consiglio. Maradona mi ha dato entrambi e io gli sono estremamente grato. Mi ha sempre chiamato e cercato nei momenti belli, ma è stato molto più presente in quelli difficili. Mi ha lasciato in eredità un carico di affetto e di umanità enorme. Gli sarò grato per sempre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy