Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’aneddoto di Mbappé: “Quando ero ragazzino mi criticavano. Dicevano che segnavo poco…”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

Il centravanti della Francia spiega da dove nasce la sua feroce ambizione.

Redazione Il Posticipo

Mbappé non ha giocato la sua migliore partita indossando la maglia della nazionale francese, come affermato da Deschamps, ma la stima dell'allenatore e l'ambizione del giocatore restano intatte. Il giovane Campione del Mondo ha concesso una intervista alla UEFA in cui ha affrontato diversi temi. E le sue parole sono state riprese dal sito ufficiale del club parigino.

AMBIZIONE - Mbappé si identifica con un termine. Ambizione. "Mi ritengo un calciatore a caccia di vittorie. So che la parola ambizione può anche spaventare, ma io la interpreto diversamente. Non voglio pormi alcun limite. Credo che andare alla ricerca del miglior risultato possibile sia il modo migliore per raggiungere la vetta. Ecco perché cerco sempre di spingermi al massimo. Voglio riuscire a vedere che tipo di livelli posso raggiungere. E cosa posso vincere".

ANEDDOTI - Spazio anche per qualche aneddoto. "Ho questa fame di gol perché per molto tempo, quando ero ancora un giocatore delle giovanili, sono stato criticato. Mi dicevano di non segnare abbastanza e di privilegiare la forma alla sostanza. Mi dicevano che cercavo la giocata, il gesto spettacolare. In realtà nel calcio si deve segnare. E per riuscirci ognuno cerca un modo diverso. Il mio è lavorare duramente e cercare di migliorare ogni mio gesto tecnico. Nessuno, nel calcio, ti tende una mano per risollevarti. Occorre una grandissima forza mentale e la capacità di mostrare agli scettici che si è in grado di rovesciare le montagne. Ecco perché quando scendo in campo provo sempre a dare il meglio di me".

 Monaco L1 football club's forward Kylian Mbappe Lottin takes part in a training session on August 11, 2017 in La Turbie, near Monaco. / AFP PHOTO / VALERY HACHE (Photo credit should read VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

NAZIONALE - Si parla di Francia e Mbappé parla anche dei successi già ottenuti con la Nazionale Campione del Mondo in carica. "Ho vinto un Mondiale a 19 anni, adesso voglio bissare il successo. La Coppa del Mondo è un qualcosa che mi aiuterà a crescere ulteriormente e progredire nella mia carriera. Ci aspettano anche altre manifestazioni e la mia ambizione è vincere. Sempre. Dunque voglio bissare la scalata in cima al mondo del calcio. "

Potresti esserti perso