Lampard ricorda…un ex compagno di squadra: “Salah al Chelsea ha fallito perché…”

Lampard ricorda…un ex compagno di squadra: “Salah al Chelsea ha fallito perché…”

Momo Salah è ormai una stella del calcio mondiale. Ma c’è stato un momento in cui l’egiziano non ha mostrato tutto il suo potenziale: proprio al Chelsea, quando in campo con lui c’era ancora…Frankie Lampard. Che ora se lo ritrova contro!

di Redazione Il Posticipo

Chelsea-Liverpool è un classico della Premier League e per anni la sfida ha anche avuto due alfieri d’eccezione. Lampard contro Gerrard, compagni nel centrocampo di Sua Maestà e avversari ad Anfield o a Stamford Bridge. Poi per qualche tempo le due icone hanno lasciato gli stadi di casa. Steven è ormai…scozzese, visto che guida i Rangers di Glasgow. Ma Frankie non è riuscito a stare per troppo tempo lontano da Londra e, dopo aver rischiato di portare il Derby County in Premier, si è preso carico del “suo” Chelsea, stavolta da allenatore. E prima del match con gli uomini di Klopp, parla di…un grande ex.

FALLIMENTO – Una delle stelle dei Reds ha infatti un passato con i Blues, anche se l’esperienza di Momo Salah al Chelsea non è di quelle indimenticabili. Se lo ricorda però Lampard, che di quella squadra era ancora un calciatore. E come riporta il Mirror, spiega anche perché all’epoca l’egiziano, che ora è una delle stelle del calcio mondiale, abbia fallito quando si è trovato a dover dimostrare le sue qualità a Stamford Bridge. “Purtroppo per Mo, le cose non hanno funzionato qui, ma comunque gli vanno fatti i complimenti. È andato in Italia ed è diventato una superstar”. Ma cosa è andato storto?

CONCORRENZA – C’era troppa concorrenza! “Il talento ovviamente c’era, ma all’epoca avevamo tantissime opzioni in attacco. Avevamo numeri dieci, ali, trequartisti. E Momo non ha avuto molte occasioni per una serie di motivi”. Ma Salah non si è arreso e questo fa molto piacere a Lampard. “Ma ora non serve cercarlo, Momo è una stella. Una dimostrazione importante, non è facile lasciare un grande club come il Chelsea e avere successo altrove”. L’importante, anche se Lampard non può certo dirlo, che le sue doti Salah non le mostri a Stamford Bridge. Se non lo ha fatto quando giocava per il Chelsea, del resto, perché dovrebbe farlo ora?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy