Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lampard: “Il migliore è Messi, Cristiano non l’ho mai affrontato al suo massimo. E poi…c’è Dinho!”

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Messi o Ronaldo? Ronaldo o Messi? I calciatori della generazione dei due alieni spesso si sbilanciano, trovando nella loro esperienza il modo di dare la riposta alla domanda di un milione di dollari. Stavolta tocca a Frank Lampard...

Redazione Il Posticipo

Messi o Ronaldo? Ronaldo o Messi? Una domanda che rischia di non avere mai una risposta, perchè non c'è un modo univoco di stabilire chi dei due sia stato davvero il migliore della sua epoca e chissà, anche di sempre. Ma se c'è qualcuno che, pur esprimendo un semplice parere, può avere più voce in capitolo degli altri è chi li ha affrontati entrambi. I calciatori della generazione dei due alieni spesso si sbilanciano, trovando nella loro esperienza il modo di dare la riposta alla domanda di un milione di dollari. Stavolta tocca a Frank Lampard, che ha avuto modo di scendere in campo sia contro l'argentino che contro il portoghese. E parlando al Podcast All To Play For, ha detto la sua.

MESSI-CR7 - La domanda non è esattamente sul dualismo Messi-Ronaldo, ma sui migliori mai affrontati da Lampard. E Frankie...sorprende. “Ci sono due calciatori che vorrei nominare al riguardo. Uno è Messi, perchè è semplicemeente il migliore. E mi dispiace per Cristiano, perchè per quello che ha fatto nelle partite importanti, vincendo finali e trofei, credo che sia difficile stabilire chi sia il migliore. Ma io ho non ho giocato contro di lui quando era al massimo della carriera. L'ho affrontato quando era al Manchester United, quando era sulla buona squadra, ma non quando era al Real Madrid, dove era una cosa veramente ridicola. Quindi non sento di averlo davvero affrontato. Con Messi invece ho questa sensazione, non mi sono mai avvicinato al suo livello, era davvero eccezionale".

DINHO - Dunque, il migliore mai affrontato è Messi. E Cristiano da questo punto di vista è indietro. Per la seconda scelta, Lampard va con un...quasi omonimo. “L'altro invece è Ronaldinho, perchè quando nel 2005 siamo andati al Camp Nou è stato il mio primo incontro con un calciatore di un altro pianeta. Lui ed Eto'o quel giorno erano in formissima, ma quando vedevo i movimenti di Dinho pensavo 'wow, è davvero qualcosa di speciale'". Un qualcosa che di certo non farà piacere a CR7. E Lampard, che pure al momento è senza panchina, farà meglio a sperare di non incontrarlo a breve. Altrimenti, Cristiano certamente gliela farà pagare...