Lampard: il Chelsea è a un passo! Frankie vuole Drogba a tutti i costi… Porte chiuse per Zola e ripicca nei confronti di Terry?

Lampard: il Chelsea è a un passo! Frankie vuole Drogba a tutti i costi… Porte chiuse per Zola e ripicca nei confronti di Terry?

L’ex centrocampista è pronto a prendersi la panchina del suo vecchio club dopo la grande stagione disputata col Derby County in Championship. Frank Lampard vuole l’ivoriano nello staff. Il suo arrivo farà cadere qualche testa illustre?

di Redazione Il Posticipo

Lampard-Chelsea: adesso ci siamo per davvero. L’ex centrocampista è pronto a ritornare allo Stamford Bridge, questa volta però nei panni di allenatore. Il manager lascerà il Derby County dopo una stagione e una promozione in Premier League solo sfiorata. Manca ancora l’ufficialità, ma Lampard è già al lavoro per creare il suo nuovo gruppo di lavoro: Frankie ha le idee chiarissime tra buoni amici da richiamare subito e qualche testa da far cadere?

OPERAZIONE LAMPARD – Secondo quanto riportato dal Sun, Maurizio Sarri avrebbe mandato a vuoto anche l’ultimo tentativo fatto dal Chelsea per trattenerlo: il manager ha deciso di lasciare il club dopo essersi sentito “violentato” dai reiterati attacchi dei tifosi dei Blues nell’arco della stagione. Il club di Roman Abramovich incasserà dalla Juventus un indennizzo di 8 milioni di euro e ne utilizzerà 4,5 per “acquistare” Lampard dal Derby. L’ex centrocampista ha già in mente qualche nome per il suo staff, ma prima dovrà risolvere la questione Gianfranco Zola: il vice di Sarri infatti ha confidato ad alcuni amici che non è disposto a retrocedere nello staff societario.

IDEA DROGBA – Lampard porterà il suo assistente di fiducia Jody Morris e pensa a due nomi illustri: Shay Given come allenatore dei portieri (suo collaboratore dal Derby) e Didier Drogba per gli attaccanti (al momento svincolato). L’ivoriano, avvistato a Londra in compagnia dell’ex centrocampista questa settimana, è rimasto in ottimi rapporti col proprietario Roman Abramovich: un aspetto che potrebbe risultare determinante ai fini della sua nuova assunzione. Drogba pensa che Lampard abbia tutto quello che serve per guidare il Chelsea: “Frank ha fatto bene al Derby e lo ha portato a un passo dalla promozione. Penso che sia una buona opzione per il club. Deve aspettare fino a 40-50 anni per allenarlo? Se si sente pronto, non penso che sia troppo presto per lui. Ogni estate è grande al Chelsea”.

CECH SÍ, TERRY NO – Al Chelsea Lampard ritroverebbe il suo vecchio amico Petr Cech, diventato direttore sportivo del club dopo aver appeso in guantoni al chiodo proprio quando è calato il sipario sulla finale di Europa League tra Blues e Gunners. L’ex portiere ha spinto Abramovich e l’amministratore delegato Marina Granovskaia a scegliere Lampard come successore di Sarri. Porte chiuse invece per John Terry: in questo caso però si tratta di una ripicca bella e buona? L’ex difensore è il vice allenatore dell’Aston Villa che ha battuto il Derby nella finale playoff di Championship: ecco spiegato perché per l’ex difensore difficilmente salterà fuori un posto nel nuovo staff dei Blues?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy