Lampard esonerato, Drinkwater…”esulta” sui social ma poi chiarisce: “Non avevo letto la notizia prima di postare quella foto”

Nel giorno dell’esonero del tecnico dei Blues il centrocampista (attualmente in prestito in Turchia) si prende il centro dell’attenzione con una pubblicazione social…perlomeno sospetta. Poi cancella e spiega, ma le critiche restano…

di Redazione Il Posticipo

Dalle stelle alle stalle: la carriera di Danny Drinkwater ha preso una piega che nessuno si aspettava nel lontano 2015-16, quando il Leicester di Claudio Ranieri ha scritto la storia del calcio inglese vincendo un titolo forse irripetibile. Il centrocampista ha poi lasciato le Foxes. Strapagato da Chelsea di Antonio Conte è finito ai margini del progetto dei Blues prima con Maurizio Sarri e poi anche con Frankie Lampard. Il centrocampista è andato in prestito per tornare a giocare, ma anche in quel caso le cose non sono andate benissimo. E nel giorno dell’esonero del tecnico dei Blues il centrocampista si prende il centro dell’attenzione con una pubblicazione social…perlomeno sospetta.

ESULTANZA – Come spiega AS, Drinkwater, attualmente in prestito in Turchia al Kasimpasa, ha pubblicato sui suoi profili una foto in cui esultava, peraltro con la maglia del Leicester. Abbastanza, vista la mancanza di opportunità ricevuto dell’ormai ex tecnico del Chelsea, per immaginare che fosse un…festeggiamento della decisione di Abramovich di licenziare l’allenatore. La maggior parte dei tifosi dei Blues l’ha interpretata esattamente in questa maniera e quindi non sono mancate le critiche. Al punto che il centrocampista è stato costretto a cancellare la foto e a spiegare a tutti quanti che non era sua intenzione scherzare sul fatto che Lampard avesse perso il posto sulla panchina del Chelsea.

SCUSE – “Pensavo che fosse una reazione strana, ma non avevo visto la notizia prima di postare quella foto. Mi mancava solo tanto giocare. E il tecnico è una persona a cui come calciatore mi sono sempre ispirato”, ha scritto Drinkwater. Polemica chiusa, dunque? Beh, il centrocampista è comunque sembrato parecchio distaccato, ma alla fine vale sempre la famosa teoria secondo cui non è necessario che nello spogliatoio si sia tutti amici. Di certo, anche con l’arrivo di un nuovo tecnico, difficile che Drinkwater (il cui contratto scade nel giugno 2022) trovi spazio nella prima squadra del Chelsea quando tornerà dal prestito. E anche i tifosi non gli perdoneranno facilmente questa mancanza di rispetto (volontaria o casuale che sia) nei confronti di chi in ogni caso resta sempre una delle icone più importanti della storia del club londinese…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy