Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lampard e Mourinho, scintille: “Al Var non possono sbagliare così”. Mou: “Spero si alzi lo stesso caos se ci penalizzeranno”

La sfida fra Chelsea e Tottenham non poteva passare inosservata. E, complice alcune decisioni VAR, si è accesa. E che scintille nel post partita.

Redazione Il Posticipo

Il Chelsea fa sua la sfida con il Tottenham e mette una seria ipoteca sulla partecipazione alla prossima Champions, ma la sfida fra Lampard e Mourinho prosegue nel post partita, abbastanza infiammato, specialmente considerando i canoni del calcio di Sua Maestà. Anche il Fair Play, però, cede il passo alle polemiche. Del resto gli episodi di prestano alla discussione. Lampard e Mourinho non le mandano a dire: le parole sono riportate da football London.

MOURINHO  - Il Tottenham ha perso male ma poteva chiudersi anche peggio. Sul 2-0 per i blues Oliver avrebbe dovuto estrarre il rosso per un intervento di Lo Celso su Azpilicueta, ma il discusso fischietto inglese non è intervenuto. Né gli è stato suggerito di farlo da chi era allo schermo. Lampard furioso ma Mourinho non ci sta. E sposta il focus sulla prestazione dei suoi. "Non so se il risultato sia giusto. L'unica cosa che posso dire è che se gli avversari segnano per primi siamo nei pasticci. Sono orgoglioso dei ragazzi Abbiamo giocato contro il Chelsea che aveva un vincitore della Coppa del Mondo, la seconda scelta dell'Inghilterra in panchina e quella del Belgio in tribuna. Noi non abbiamo attaccanti.". D'accordo, ma quando accaduto al VAR... "Spero che vi sarà lo stesso caos quando il VAR ci penalizzerà".

LAMPARD - In casa blues l'umore non è dei migliori nonostante la vittoria. Lampard non ha apprezzato quanto è accaduto fuori dal campo: "Tutti sapevano di aver commesso un errore. Stavo aspettando il cartellino rosso. Non va bene così. Non c'è altro da dire. Voglio che il VAR funzioni. Oggi è stato tutto sbagliato. Si deve andare al monito, se c'è un dubbio". Tornando al campo, c'è di che essere soddisfatti. I gol sono arrivati dalle sue scelte apparse in principio impopolari. "Non rivendico la vittoria. In campo ci vanno i giocatori. E Giroud e Alonso sono due grandi professionisti, so di poter contare su di loro".