Lampard e la complicata gestione del gruppo: “Non posso parlare a tutti ogni settimana…”

Il tecnico del Chelsea, ha spiegato il suo approccio al lavoro. 

di Redazione Il Posticipo

Lampard e la gestione del gruppo. Il tecnico del Chelsea, in una intervista concessa al sito ufficiale del Club, ha spiegato il suo approccio al lavoro.

GESTIONE – La gestione del gruppo nasce in primis dalla credibilità sul lavoro. “Quando hai una rosa di oltre 20 giocatori, che è necessaria in un club impegnato ad essere competitivo su più fronti, è necessario svolgere il proprio lavoro con dedizione e trasparenza perché nel momento in cui si è chiamati a scegliere, occorre essere chiari e onesti con  giocatori. Nel passato i manager avevano un altro modo di gestire il gruppo e non davano spiegazioni ai giocatori, ma i tempi sono cambiati”.

DIALOGO – Un aspetto fondamentale, quanto complicato, è il dialogo: “Non è sempre facile. Non posso parlare a tutti ogni settimana. Le conversazioni con i calciatori aiutano a costruire le relazioni sia nel bene che nel male.  In generale bisogna essere onesti, anche se ciò che dici potrebbe non piacere. Credo molto nel dialogo, soprattutto aperto. Cerco di esserlo il più possibile, anche perché sono chiamato a scelte difficili ogni giorno. E in un club come il Chelsea, i riflettori sull’operato del tecnico sono sempre accesi”.

CAMBIAMENTO –  Non si devono gestire solo i giocatori. Anche il rapporto con i media è fondamentale. “Il vero cambiamento è nella pressione che il tecnico deve affrontare quotidianamente. Quando allenavo il Derby, potevo schivare le domande sui giocatori scontenti, ma ora non mi è praticamente permesso visto che parlo goni due o tre giorni. So che fa parte del mio lavoro, anche se può trasformarsi in uno degli aspetti più difficili da gestire, specialmente se le parole vengono mal interpretate”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy