Lamela esagera per far espellere Martial e Souness attacca: “Patetico, una cosa molto latina. Noi britannici non le facciamo certe cose”

L’espulsione di Martial per un colpo a Lamela durante il match tra Manchester United e Tottenham ha scatenato un vespaio di polemiche. E l’ex calciatore della Sampdoria Souness ha creato un caso diplomatico, accusando senza mezzi termini i calciatori dei paesi latini…di essere dei simulatori.

di Redazione Il Posticipo

In una delle giornate più assurde della storia recente della Premier League, complicato dire se fa rumore più il 7-2 subito dai campioni in carica del Liverpool da parte dell’Aston Villa o il clamoroso 1-6 di Old Trafford tra il Manchester United di Solskjaer e il Tottenham dell’ex dal dente avvelenato Mourinho. Il portoghese gongola per una vittoria certamente inattesa e…deve ringraziare anche Erik Lamela. Il Coco crea per Ndombele l’occasione di pareggiare il vantaggio di Bruno Fernandes, ma soprattutto fa espellere Martial, cadendo rovinosamente a terra dopo che il francese lo colpisce lievemente al volto. Abbastanza per scatenare un vero e proprio…caso diplomatico in diretta TV.

LATINI – A farlo è Graeme Souness, ex calciatore di Liverpool e Sampdoria. Lo scozzese, uno degli opinionisti di punta di Sky Sports, non ha per nulla apprezzato quella che per lui è una vergognosa simulazione. Ma lo ha spiegato…con termini non proprio appropriati. “Se Martial viene espulso, anche Lamela deve andare fuori. Gli ha fatto il solletico e lui è andato giù. È patetico, è una cosa molto latina. Se espelli uno, devi espellere entrambi. È questo quello che è diventato il calcio inglese? Da queste parti noi britannici facciamo cose diverse. Ho giocato in un paese latino, ho lavorato in paesi latini e so come intendono il calcio. Lamela dormirà pensando di aver fatto un capolavoro, ma noi non siamo così”.

SCUSE E ACCUSE – A vedere la carriera di Souness, pare evidente che lo scozzese…ce l’abbia particolarmente con l’Italia, considerando che da calciatore ha frequentato campionati “latini” solo con la maglia della Samp e che anche da allenatore è stato direttore tecnico del Torino. In ogni caso, le sue parole hanno provocato un vespaio di polemiche, al punto che l’emittente ha dovuto scusarsi per per le dichiarazioni del suo opinionista. “Ci scusiamo per qualsiasi offesa causata e per aver stereotipato la cultura latina”. L’ha presa molto male anche Solskjaer, che nel post-partita ha preso in giro Lamela: “Rischia l’operazione alla gola! È stata una pessima reazione di Martial, ma se Lamela fosse uno dei miei gli farei una bella lavata di capo per essere andato giù così”. Insomma, le polemiche non sembrano destinate a terminare. Ma intanto di certo il latinissimo Mourinho…se la ride!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy