L’allenatore dei portieri della nazionale inglese duro su Pickford in TV: “Posiziona male mani e ginocchia”

Pickford nel pallone. Nessun sostegno: il preparatore dei portieri della nazionale inglese non va proprio leggerissimo con il numero uno dei Tre Leoni e lo fa…parlando in televisione.

di Redazione Il Posticipo

I panni sporchi si lavano in famiglia. Vero. Solo che nell’epoca della comunicazione di massa, il concetto di famiglia sembra essersi esteso un po’ troppo. Il detto, fino a qualche tempo fa funzionava un po’ in tutti gli ambiti, calcio compreso. In Inghilterra, però, evidentemente si sono un po’ stancati di questa discrezione e qualcuno decide di parlare del problema di un giocatore a mezzo stampa. È il preparatore dei portieri della nazionale inglese che non va proprio leggerissimo con Pickford.

ERRORI – Jordan Pickford sta affrontando un momento decisamente complicato. Sembra aver perso la serenità e la lucidità che lo avevano portato ad essere il numero 1 indiscusso dei Tre Leoni. Southgate non ha perso la fiducia in lui nonostante le recenti prestazioni negative. Martyn Margetson, preparatore dei portieri della nazionale… apparentemente, sì. E con Sky Sport parla degli errori di Pickford in maniera non troppo tenera. A partire dalla posizione delle mani. “Guardate la posizione delle ginocchia: sono piegate a 90 gradi, così, le sue mani stanno troppo in basso. I portieri con cui lavoro sanno che la posizione delle mani è la chiave del successo. Quando arrivi al livello di Pickford, quel tipo di dettaglio, il tuo posizionamento quando l’attaccante colpisce la palla, sono il tipo di dettagli che ti fanno vincere o perdere le partite“. Il preparatore critica anche un’ottima parata di reazione di Pickford dell’ultima partita contro la Danimarca: “Quello che ho capito di Jordan è che a volte le sue mani non sono posizionate in maniera simmetrica“.

BILANCIO – E ancora: “La sua mano sinistra tende a non fare la stessa cosa che fa la destra, la sinistra la tiene più bassa. Ripeto, fa una grande parata ma quando le mani sono simmetriche, le parate difficili diventano un po’ più semplici“. Non troppo velatamente, Margetson passa a parlare di Nick Pope, il principale candidato a coprire la posizione di Pickford analizzando alcune sue azioni: “Nick ha un’ottima presenza fisica, se la posizione di partenza è troppo bassa, faticherà a fare il movimento col corpo“. Insomma, Pope esaltato, Pickford distrutto. Certo, il portiere dell’Everton può consolarsi: il preparatore sbugiarda anche i limiti del collega Dean Henderson del Manchester United.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy