L’agente di Ozil attacca Arteta: “Non sei onesto, se parli devi dire la verità. Pensa a come hanno trattato te negli ultimi anni…”

Se l’Arsenal pensava che l’esclusione del tedesco dalla lista dei calciatori schierabili in Premier League passasse inosservata, all’Emirates hanno capito male. Ormai si parla più del numero 10 che delle partite della squadra di Arteta. E ora prende la parola il procuratore del campione del mondo 2014, che attacca lo spagnolo.

di Redazione Il Posticipo

Il caso Ozil continua a fare scalpore. Se l’Arsenal pensava che l’esclusione del tedesco dalla lista dei calciatori schierabili in Premier League passasse inosservata, all’Emirates hanno capito male. Ormai si parla più del numero 10 che delle partite della squadra di Arteta. E ora prende la parola il procuratore del campione del mondo 2014, Erkut Sogut, che in una lunga intervista a ESPN risponde ad Arteta e spiega che il trattamento del suo assistito non è giusto, anche visto quanto ha dato al club negli ultimi anni.

ESCLUSIONE – Lo spagnolo ha spiegato che se Ozil potrà dare una mano, sarà il primo a considerarlo di nuovo. Ma la critica calcistica non va giù all’agente del tedesco.”I tifosi dell’Arsenal meritano una spiegazione onesta, non Arteta che dice ‘ho fallito con Ozil’. Tu non hai fallito con Ozil, hai fallito nell’essere giusto, onesto e trasparente e nel trattare con rispetto qualcuno che ha un contratto e che è stato leale al club. Chiunque sa che Ozil non è stato trattato bene, non gli è stata data la possibilità di farsi vedere in questa stagione. È ancora sotto contratto, quindi potrebbe lottare per il posto in squadra, ma non gli è stato permesso. Tutti dicono che si sta allenando bene, Mertesacker l’ha detto pubblicamente e anche i compagni lo dicono, spiegando che non capiscono perchè sia lasciato fuori. Se non è questione di campo, da che dipende? Se parli, meglio dire la verità che i tifosi si meritano. Altrimenti meglio stare zitti”.

ULTIMI ANNI – E l’attacco ad Arteta si fa personale…”Arteta l’ultimo anno in Premier non ha giocato neanche una partita, anzi, negli ultimi sei mesi non si vedeva proprio. Era troppo impegnato a prendere le abilitazioni e ad incontrare allenatori per programmare il suo futuro. Mesut invece gioca solo per una squadra in Inghilterra, perchè è quello che si sente di fare. Non è uno che ieri era all’Everton e oggi è all’Arsenal, è un Gunner fino alla fine. Arteta negli ultimi due anni non giocava mai, ma era comunque in lista e aveva un contratto. Wenger lo ha fatto scendere in campo per due minuti nella sua ultima partita solo per regalargli un bel momento anche se non era in condizioni di giocare da mesi. Guardate come l’Arsenal ha trattato Arteta e guardate come Arteta sta trattando Mesut”. E la polemica continua…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy