Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’agente di Klopp fa luce sul futuro: “La sua panchina non è in discussione”

LIVERPOOL, ENGLAND - OCTOBER 24: A flag of Jurgen Klopp is pictured in the Kop end of the stadium during the Premier League match between Liverpool and Sheffield United at Anfield on October 24, 2020 in Liverpool, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Stu Forster/Getty Images)

Pessima stagione del Liverpool. Molti se la prendono con l'infortunio di Van Dijk ma qualcuno mette in discussione Klopp. Come al solito, l'allenatore è il primo sul banco degli imputati ma il suo agente fa luce sul suo futuro.

Redazione Il Posticipo

Si può dire senza la minima paura di essere smentiti che la stagione del Liverpool sia andata decisamente peggio di quanto ci si aspettasse. Nessuno, a inizio campionato, avrebbe mai pensato che a 5 giornate dalla fine della Premier League, il Liverpool potesse occupare la settima posizione. Molti se la prendono con il fato, con l'infortunio di Van Dijk ma qualcun altro comincia a mettere in discussione Jürgen Klopp. Come al solito, l'allenatore è il primo sul banco degli imputati ma il suo agente fa luce sul suo futuro. Klopp non si muoverà da Liverpool, senza ombra di dubbio.

NON IN DISCUSSIONE - L'agente dell'allenatore tedesco è stato interpellato da SkySport Germania sul futuro dell'ex allenatore del Borussia Dortmund. Dalla vittoria in Champions League al successo in patria dello scorso anno al settimo posto, il passo è stato troppo breve. Ma anche se non dovesse riuscire entro fine stagione a qualificarsi in Champions League, la sua panchina è al sicuro. Mark Kosicke, agente di Klopp, spiega:"Assolutamente, non è in discussione". Anche lo stesso Klopp, nonostante tutto, non ha ancora dato la minima impressione di voler terminare la propria avventura nel Merseyside. Recentemente, riporta il Mundo Deportivo, ha detto: “Sono qui come allenatore di calcio e lo farò finché me lo permetteranno. Ecco come stanno le cose. Non sarà questa situazione a farmi dimettere né altro".

 (Photo by Peter Powell - Pool/Getty Images)

RESPONSABILE - Del resto, non è che la voglia di lottare sia mai mancata al tedesco..."Mi sento responsabile per la squadra, mi sento responsabile per il club e mi sento responsabile per il rapporto che abbiamo con i nostri tifosi, ed è per questo che è un momento molto difficile, ne sono certo". La gran parte della tifoseria lo vede ancora come l'eroe che può rilanciare la squadra. Il suo credo calcistico è ancora apprezzato dal suo popolo che perlopiù pensa razionalmente che una stagione storta possa capitare anche ai migliori. Un momento difficile si supera... solo restando.