L’addio al calcio di Mertesacker: amici, lacrime e una sostituzione…molto speciale

Quando Per Mertesacker ha annunciato che avrebbe dato l’addio al calcio, lo ha fatto con un certo sollievo. E il momento di appendere gli scarpini al chiodo è arrivato, in una partita terminata con un pianto disperato. Ansia? Macchè. Tanta, tantissima commozione…per colpa di papà!

di Redazione Il Posticipo

Quando Per Mertesacker ha annunciato che avrebbe dato l’addio al calcio, lo ha fatto con un certo sollievo. Negli ultimi anni, aveva spiegato il difensore, l’ansia e lo stress lo avevano portato a stare male prima delle partite. “Ho cominciato a stare bene quando ho annunciato che avrei smesso”, ha rivelato il tedesco alla BBC un mese fa. E il momento di appendere gli scarpini al chiodo è arrivato, in una giornata che difficilmente il Campione del Mondo 2014 dimenticherà. Una partita di addio molto speciale, con tanti amici attorno e soprattutto terminata con un pianto disperato. Ansia? Macchè. Tanta, tantissima commozione.

AMICI – Ad Hannover sono infatti arrivati tanti ex compagni di squadra di Mertesacker, che nel corso della sua carriera ha indossato solo tre maglie (oltre ad essere ovviamente sceso in campo con la Mannschaft). Quella della squadra della sua città, il biancoverde del Werder Brema e il biancorosso dell’Arsenal. Normale dunque che a guidare la squadra delle stelle (che comprendeva, tra gli altri, Claudio Pizarro, Torsten Frings e Kieran Gibbs) ci fosse Arsene Wenger. L’alsaziano è stato un vero e proprio maestro per Mertesacker, che proprio al suo ex tecnico ha rilasciato parole al miele nell’intervista in cui ha annunciato il suo addio. Ma l’abbraccio tra il tedesco e il suo mentore non è certo stato l’unico momento emozionante della giornata.

SOSTITUZIONE – I quarantamila tifosi che si sono presentati alla HDI-Arena per salutare Mertesacker hanno infatti dedicato al tedesco una lunghissima ovazione alla fine della partita. Ma neanche l’affetto della sua gente può aver regalato all’ormai ex calciatore tanti brividi quanto i suoi ultimi secondi effettivi su un campo da calcio. La sostituzione è arrivata, come da copione, prima della fine del match e ad entrare in campo è stato…Mertesacker. Herr Stefan, il sessantasettenne papà di Per, ha infatti rimpiazzato suo figlio per i momenti finali della partita e la montagna di chili e muscoli tedesca non ha resistito all’emozione, scoppiando in lacrime. E chissà, magari papà Stefan ha fatto un vero e proprio miracolo. Forse, per la prima volta negli ultimi anni, suo figlio avrà desiderato di restare su quel campo qualche minuto in più…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy