Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’AD di Mediapro Roures attacca Perez: “Neanche una conferenza stampa perchè non c’era niente da presentare!”

VALENCIA, SPAIN - FEBRUARY 22: Florenitno Perez, president of Real Madrid prior the Liga match between Levante UD and Real Madrid CF at Ciutat de Valencia on February 22, 2020 in Valencia, Spain. (Photo by Eric Alonso/Getty Images)

Dopo la fuga delle inglesi dalla Superlega spuntano i...telavevodettisti, di cui fa parte anche il socio fondatore e AD di Mediapro Jaume Roures. Che attacca Florentino sia per la mancanza di broadcaster per il progetto, che più in generale.

Redazione Il Posticipo

Critiche su critiche, dopo che per un paio di giorni erano stati complimenti. La situazione di Florentino Perez, e di Andrea Agnelli non è semplice. I due presidenti sono quelli che più si sono esposti (e che si stanno ancora esponendo) per "vendere" il progetto Superlega ed è quindi quasi logico che ora siano loro a finire sotto il fuoco incrociato di chi sta vedendo il tutto sfaldarsi. E dire che in Spagna, complice la vicinanza dei grandi quotidiani a Barça e Real Madrid, l'annuncio della rivoluzione era stato preso con una certa euforia. Ma adesso spuntano i...telavevodettisti, di cui fa parte anche il socio fondatore e AD di Mediapro Jaume Roures.

PROGETTO VUOTO - Parlando a 'El Partidazo' de Cope e a Radio MARCA, Roures sottolinea come, nonostante tante parole, a lui la Superlega sia sembrata sempre un fuoco di paglia. Anche per la mancanza di un qualcosa di fondamentale, un partner che avesse già deciso di trasmettere il tutto. "Ho già detto più volte che la Superlega non aveva alcun percorso definito. Gli ingressi economici che avrebbero dovuto sostentare il progetto non esistevano. Nessuno aveva parlato con nessun broadcaster neanche una volta. E poi perchè non è stata fatta una conferenza stampa? Semplice, perchè non c'era niente da presentare, nè le squadre tedesche nè quelle francesi sarebbero entrate. E al posto del Siviglia c'era il Tottenham". Insomma, un biglietto da visita non molto convincente.

 TURIN, ITALY - OCTOBER 24: Andrea Agnelli attends a press conference after the Juventus Shareholders Meeting on October 24, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

RIFLETTERE - Ma mentre un po' ovunque ci si pongono interrogativi e iniziano le conseguenze per chi ha aderito al progetto, con Woodward che lascerà lo United o il numero uno del Liverpool che chiede scusa con un videomessaggio ai tifosi, Florentino è impenitente. Anzi, il presidente del Real, sempre sulla stessa linea con Agnelli, rilancia nonostante la defezione delle inglesi. Ma Roures pensa che al Bernabeu sia il momento di smettere di parlare e di cominciare a ragionare su quanto accaduto. "Credo che Florentino Pérez deve riflettere sulle conseguenze di quello che ha fatto. Ci saranno delle conseguenze per il calcio e per la traiettoria impeccabile del Real Madrid". Chissà se il Presi deciderà di ascoltarlo...