Lacrime di rabbia: il tradimento di Ferguson che ha fatto piangere Mourinho

Anche i duri piangono. Anche se di solito Mourinho reagisce a quelle che percepisce come ingiustizie attaccando, c’è stato un caso in cui persino lo Special One è stato ridotto in lacrime da una notizia. Quale? Quella della scelta di David Moyes come successore di Ferguson.

di Redazione Il Posticipo

Anche i duri piangono. Anche se di solito Mourinho reagisce a quelle che percepisce come ingiustizie attaccando, c’è stato un caso in cui persino lo Special One è stato ridotto in lacrime da una notizia. Quale? Quella della scelta di David Moyes come allenatore del Manchester United nel 2013, quando Sir Alex Ferguson ha lasciato dopo 27 anni la panchina di Old Trafford. Un momento in cui, come riporta il Daily Express, il portoghese, che era alla fine della sua esperienza al Real Madrid, era quasi convinto che l’eredità di Fergie sarebbe toccata a lui.

SUCCESSORE – Ma, come racconta Diego Torres nel suo libro “Preparatevi a perdere: l’era Mourinho 2010-13”, quando ha scoperto che non sarebbe andata così non ha retto alla delusione. “Mourinho pensava che Ferguson fosse, oltre che suo alleato, anche suo amico e il suo…padrino calcistico. Era convinto che fossero legati da una profonda relazione di fiducia reciproca. E che la propria favolosa collezione di trofei costituisse un dato a suo favore che nessuno degli altri contendenti alla panchina dello United poteva raggiungere”. Il che, a ben vedere, non è lontano dalla realtà La scelta di Moyes, che aveva fatto bene all’Everton ma che era digiuno di esperienze alla guida di un grande club, prende di sorpresa un po’ tutti. Ma nessuno quanto Mou…

IN LACRIME – “Quando ha saputo che Ferguson aveva scelto Moyes, l’allenatore dell’Everton, come suo successore, Mourinho è stato colpito da un terribile momento di incredulità. Sono state le ore peggiori della carriera di Mou come allenatore del Real Madrid. E le ha passate in dormiveglia, attaccato al suo cellulare in cerca di chiarimenti, chiuso nello Sheraton Mirasierra hotel.” Torres aggiunge che lo Special One si sentiva “tradito” e che era “in lacrime” aspettando una chiamata da Sir Alex. Chiamata che però non è mai arrivata. I motivi della scelta di Moyes? Non troppo chiari, se non altro perchè Ferguson, anche nella sua autobiografia, ha sempre avuto parole di ammirazione per Mou, definito “il migliore”. E allora perchè non scegliere lui? Per evitargli il peso diretto dell’eredità? Probabile. Ma intanto, Sir Alex detiene un primato. È uno dei pochi ad aver fatto piangere di rabbia lo Special One.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy