Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’accusa di Sherwood: “Fernandes sbaglia il rigore per la presenza di Ronaldo, ha addosso la sua pressione”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 25: Ole Gunnar Solskjaer, Manager of Manchester United with Bruno Fernandes after the Premier League match between Manchester United and Aston Villa at Old Trafford on September 25, 2021 in Manchester, England. (Photo by Gareth Copley/Getty Images)

Il penalty sbagliato da Bruno Fernandes contro l'Aston Villa fa ancora discutere. Secondo Tim Sherwood, ex calciatore e ora opinionista, è la sola presenza di Ronaldo ad aver creato problemi al centrocampista del Manchester United...

Redazione Il Posticipo

L'arrivo a Old Trafford di Cristiano Ronaldo ha certamente scatenato sentimenti misti per Bruno Fernandes. Da un lato il centrocampista ha realizzato il sogno di giocare con il suo connazionale non solo con il Portogallo ma anche in un club. Dall'altro, però, la presenza di CR7 può portare all'ex Novara, Udinese e Sampdoria qualche rinuncia. Non appena si è materializzato a Carrington il cinque volte Pallone d'Oro, tutti si sono fatti la stessa domanda: chi li tira i calci piazzati? Prima, Fernandes era lo specialista del club, con ottime percentuali di realizzazione. Ma davanti a Cristiano Ronaldo, le cose possono cambiare. Soprattutto quando si tratta di andare sul dischetto.

ALLE STELLE - Il rigore contro l'Aston Villa, sbagliato dal centrocampista, sembra esemplificare la situazione. Sul dischetto ci è andato Fernandes, che però ha spedito il pallone altissimo. E non solo a causa della distrazione fornita da Emiliano Martinez, che indicava continuamente CR7, segnalando che voleva che a tirare fosse lui. Secondo Tim Sherwood, ex calciatore e ora opinionista di SkySports, è la sola presenza di Ronaldo ad aver creato problemi. "C'è poco da dire. In nazionale Fernandes ha lasciato un rigore a Ronaldo, quindi Cristiano gli ha restituito il favore. Ma Bruno non sbaglia mai in quella maniera, non l'ho mai visto calciare così forte da mandarla sopra la traversa. Aspetta sempre che il portiere vada giù per poi calciarla dall'altro lato".

PRESSIONE - Dunque, cosa è cambiato? Che con CR7 in squadra, quella contro l'Aston Villa poteva essere la prima e unica possibilità di mantenere l'incarico di rigorista nella squadra di Solskjaer. Su questo, Sherwood non ha dubbi. "Adesso ha addosso la pressione di qualcun altro, c'è l'uomo più importante. La presenza di Ronaldo ha distorto al 100% il suo modo di pensare. Sapeva benissimo che era la sua unica chance e l'abbiamo vista tutti volare via altissima". Insomma, persino quando lascia il compito di calciare i rigori agli altri, se lo United sbaglia un penalty...è colpa dell'ex juventino. Ma questo è solo uno dei tanti piccoli oneri di essere uno dei calciatori più forti e apprezzati di sempre. Anche quando dovrebbero esserci gli altri, sotto i riflettori ci finisce comunque sempre lui!