La visita a sorpresa che ha cambiato il destino di Griezmann: “Mi sono ritrovato a casa Godin e Simeone e…”

La visita a sorpresa che ha cambiato il destino di Griezmann: “Mi sono ritrovato a casa Godin e Simeone e…”

Ultima giornata della scorsa Liga, il Wanda Metropolitano fischia sonoramente il Piccolo Diavolo, che in quel momento sembra indirizzato verso il Barcellona. Ma Godin ha qualcosa da dirgli e porta con sè…qualcuno di molto convincente.

di Redazione Il Posticipo

L’ultima partita della scorsa stagione è stato uno spartiacque della carriera di Antoine Griezmann. Dopo aver pareggiato con l’Eibar al Wanda Metropolitano, i tifosi dell’Atletico Madrid lo hanno fischiato violentemente. E c’era da capirli, perchè in quei giorni la telenovela che riguardava il futuro del Piccolo Diavolo e il suo possibile approdo al Barcellona era ai suoi massimi…picchi di share. Ma il transalpino quei fischi, pur accettandoli, non li ha presi bene ed è scoppiato a piangere in campo. Un rapporto splendido, fatto, come ogni grande storia, di vittorie e di qualche piccola e grande delusione, può finire così? No. Non all’Atletico. Non se Diego Godin ha qualcosa da dire al riguardo.

VISITA A SORPRESA – E come racconta Griezmann a ESPN, il capitano dei Colchoneros (e suo grande amico), aveva decisamente voglia di parlare dopo quella partita. “Mi arriva un messaggio di Diego. ‘vengo a casa tua così parliamo un pochino…’. Ma non sapevo certo che il mister sarebbe venuto con lui. E quando apro la porta mi trovo davanti Godin…e Simeone. Io ero totalmente sorpreso, ‘ma che ci fate qui tutti e due? Cosa volete?’. ‘Niente, volevamo vedere come stavi e fare due chiacchiere'”. Le due chiacchiere di cui, evidentemente, il francese aveva bisogno. E nel momento più complicato della sua carriera, con un contratto in bilico e prima di un mondiale da affrontare, il suo capitano e il suo allenatore sono andati direttamente da lui a dargli man forte.

CONVINCENTE – Ma cosa ha detto la strana coppia al transalpino per convincerlo a rimanere? Beh, hanno puntato…a una scelta di cuore. “Mi hanno detto che non dovevo prendere una decisione immediatamente, ma che avrei fatto meglio a valutare le cose con tutta la calma possibile. Mi hanno consigliato di parlarne con la mia famiglia e con le persone più care e poi mi hanno spiegato cosa rappresentavo per l’Atletico Madrid e per loro stessi”. Parole che hanno colpito Griezmann, visto che alla fine la sua decisione, rivelata in un video che ha fatto scalpore e ha fatto anche arrabbiare il Barcellona, è stata quella di rimanere al Wanda Metropolitano. E quei fischi si sono trasformati in applausi. Le lacrime, invece, sono rimaste le stesse. Ma dalla disperazione alla gioia, c’è di mezzo un mondo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy