Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pat Nevin, ex centrocampista del Chelsea: “Una volta ho quasi ucciso Abramovich”

(Photo by Clive Mason/Getty Images)

L'ex centrocampista Pat Nevin ha contato e conta tanto per la storia del Chelsea, ma ciò che ha rivelato non farà piacere ai tifosi. Lo scozzese classe 1963 ha avuto un incontro ravvicinato con Roman Abramovich un po' di tempo fa e ha rischiato...

Redazione Il Posticipo

Quasi duecento presenze con la maglia del Chelsea in Premier League negli Anni '80: l'ex centrocampista Pat Nevin ha significato tanto per la storia del club inglese e ha rischiato di interromperla bruscamente in un certo senso. Lo scozzese classe 1963 ha rivelato di averla combinata grossa un po' di tempo fa nell'isola di Arran dove ha incontrato Roman Abramovich, il magnate russo che ha riscritto la storia dei Blues a suon di trionfi in Inghilterra e nel mondo.

PAURA IN VACANZA - Nevin ha rivelato di aver "quasi ucciso" il proprietario del Chelsea mentre era in bicicletta durante una vacanza nell'isola di Arran. L'ex centrocampista è riuscito ad evitare l'impatto con Abramovich che non ha riconosciuto l'ex centrocampista nell'incidente. Oggi Nevin lavora col Chelsea, nonostante questo non aveva mai rivelato di aver quasi ucciso il magnate russo. L'ex giocatore lo ha rivelato qualche tempo fa ai microfoni di BBC Radio Scozia: "Anni fa ero in vacanza ad Arran e stavo guidando lungo il lato nord dell'isola. Ho svoltato in cima poco prima di Lochranza e ho quasi colpito un uomo in bicicletta. Lo avrei potuto uccidere, era Roman Abramovich. Il suo yacht era fermo al largo della costa e stava pedalando sulla terraferma. Fino ad oggi non sapeva che sono stato io".

 LONDON, ENGLAND - DECEMBER 19: Chelsea owner Roman Abramovich looks on after their 3-1 win in the Barclays Premier League match between Chelsea and Sunderland at Stamford Bridge on December 19, 2015 in London, England. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

RICCO E TIMIDO - Secondo quanto riportato dal Mirror, Abramovich ha un patrimonio di oltre 13 miliardi di euro, ma resta una figura decisamente misteriosa per la gente di Stamford Bridge, tenendosi alla larga dai media. Nevin ha raccontato che cosa significa avere un proprietario così: "L'ho incontrato tante volte. È incredibilmente molto timido. La gente non si avvicina mai ad Abramovich, è un po' come un re. Due anni fa a Londra ero insieme a un ragazzo fuori dallo Stamford Bridge, Roman ci ha visto ed è venuto verso di me. Gli ho detto 'ciao' e gli ho stretto la mano".