La verità di Lichtsteiner su Emery: “Cacciato perché non ha saputo gestire le stelle dell’Arsenal”

La verità di Lichtsteiner su Emery: “Cacciato perché non ha saputo gestire le stelle dell’Arsenal”

La scorsa settimana l’Arsenal ha deciso di sbarazzarsi di Unai Emery dopo un filotto di risultati negativi. Stephan Lichtsteiner ha vissuto una stagione luci ed ombre con lo spagnolo: l’ex juventino ha deciso di fare chiarezza sul loro rapporto e sulle ragioni dell’esonero…

di Redazione Il Posticipo

L’Europa League è stata fatale per Unai Emery, la stessa Europa League che il manager spagnolo ha perso la scorsa primavera contro il Chelsea di Maurizio Sarri. Il k.o. interno contro l’Eintrach Francoforte (2-1 all’Emirates Stadium) è costato la panchina all’ex allenatore di Psg e Siviglia, cacciato dal club del nord di Londra dopo una stagione e mezza. In pochi hanno spezzato una lancia in suo favore visto il momento dell’Arsenal, che non andava così male dal 1992 quando non era ancora arrivato Arsene Wenger in panchina. Lo scorso anno Stephan Lichtsteiner ha giocato tra le fila dei Gunners e ha toccato con mano la situazione: l’ex Juve oggi all’Augsburg ha fatto chiarezza su tutto.

BRUTTO FINALE – Lo svizzero è stato una pedina preziosa per i Gunners all’inizio della scorsa stagione, la prima con Emery seduto in panchina. Settimana dopo settimana però Lichtsteiner ha visto il suo spazio in squadra ridursi drasticamente e ha assistito inerme alla disfatta della sua squadra contro il Chelsea in finale di Europa League. Lo svizzero passato all’Augsburg quest’estate ha fatto chiarezza sul suo rapporto col manager spagnolo ai microfoni di I SPORT: “Quando un allenatore non ti fa giocare per due mesi è facile criticarlo, ma non è il mio stile. Per molto tempo è andato tutto bene con Emery, negli ultimi due mesi della stagione non ho capito cosa fosse successo tra noi. Ci allenavamo bene e la squadra era fantastica, non voglio parlare male di Emery perché è facile farlo ora”.

PROBLEMA STELLE – Lichtsteiner ha rivelato che cosa è andato storto secondo lui tra lo spagnolo e la squadra: “Emery è un buon allenatore, ma forse ha sbagliato a lottare contro le stelle. Forse non riesce a ottenere il meglio dai grandi giocatori, non ha un buon rapporto con loro. Posso dire soltanto questo di negativo sul suo conto, per il resto ricordo solo cose positive”. Le dichiarazioni dello svizzero trovano conferme andando a rivedere che cosa è successo lo scorso anno: Emery ha avuto un rapporto altalenante con Mesut Ozil: il tedesco è rimasto spesso fuori dall’undici titolare, tanto da ipotizzare una sua partenza imminente. Ormai Emery è il passato dei Gunners che si sono affidati provvisoriamente l’ex centrocampista Freddie Ljungberg, in attesa di scegliere il nuovo manager.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy