La vendetta di Zaha: due gol allo United. “Dicevano che andavo a letto con la figlia di Moyes e nessuno mi ha aiutato”

Red Devils puniti da una doppietta di un loro ex giocatore, scaricato senza troppi problemi con tanto di “etichetta” scomoda. 

di Redazione Il Posticipo

Lo United esordisce in Premier con il piede sbagliato incassando un pesante 1-3 dal Crystal Palace. Van de Beek non è bastato ai Red Devils che sono stati puniti da una doppietta di un loro ex giocatore, scaricato senza troppi problemi con tanto di “etichetta” scomoda.

PETTEGOLEZZI – Zaha era arrivato allo United nel 2013, iultimo acquisto di Sir Alex Ferguson, ma per l’attaccante del Crystal Palace il Teatro dei Sogni, era diventato un incubo. Ed è stato anche costretto, come rivelato qualche mese fa in Locker Room a difendersi dai pettegolezzi. Alcune voci mormoravano di problemi personali con Moyes. La tesi era che il calciatore non veniva schierato per una relazione con la figlia dell’allora allenatore dei Red Devils. Il tutto, senza che nessuno desse una mano a Zaha ad affrontare le voci e la conseguente esposizione mediatica. “Al club nessuno mi ha detto nulla, non sapevo proprio che fare. Mi stavano troppo addosso e sentivo di dover dire qualcosa. Ero lì, da solo, ad avere problemi perchè la gente mi diceva che ero andato a letto con la figlia dell’allenatore e che era per quello che non giocavo”. N

INFERNO – Non certo una situazione semplice resa ancora più complicata dal fatto di essere un ragazzo poco più che maggiorenne lontano da casa. “Avevo appena 19 anni, ho vissuto tutto questo da solo, lontano dalla mia famiglia. Questa storia è andata avanti così a lungo che a un certo punto mi sembrava assurdo che l’allenatore non venisse da me a dirmi qualcosa al riguardo. Ancora oggi, la gente pensa che sia una storia vera. E pensare che io non ho neanche mai conosciuto la figlia di Moyes”. L’incubo è terminato con il ritorno a casa, al Crystal Palace, la squadra che lo ha accolto ad appena dodici anni. Ma Zaha aveva il dente avvelenato. E ha morso lo United…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy