Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La VAR approda alle qualificazioni di Qatar 2022

(Photo by Molly Darlington/Pool via Getty Images)

Fino a poco fa non si poteva assicurare che tutte le strutture potessero mettere a disposizione la VAR. Ora, però, UEFA e FIFA raggiungono un accordo per implementarla nelle qualificazioni al mondiale delle squadre europee.

Redazione Il Posticipo

Sono ormai anni che la VAR è entrata nei regolamenti e nel regolare svolgimento delle partite delle maggiori competizioni del mondo e il suo raggio d’applicazione si sta spandendo sempre di più. È uno strumento rivelatosi utile ma che non ha comunque eliminato le polemiche sugli arbitraggi, sebbene le abbia ridotte un po’. Ma per le qualificazioni ai mondiali del 2022 non erano previste in quanto, giocandosi più o meno in qualsiasi stadio, non si poteva assicurare che tutte le strutture potessero mettere a disposizione tale strumento. Ora, però, UEFA e FIFA raggiungono un accordo per implementarla nelle qualificazioni al mondiale delle squadre europee.

DELIBERA - Stando a quanto riporta Marca, dopo la fine di Euro 2020, il comitato esecutivo UEFA si è riunito e ha deliberato la messa a disposizione dei furgoni con l’attrezzatura VAR già per le prime partite previste per la pausa di settembre 2021. L’uso della VAR era stato pianificato nell’organizzazione iniziale della competizione ma le complicazioni logistiche, i blocchi, le limitazioni e i ritardi imposti dalla pandemia avevano fatto pensare che lo strumento sarebbe stato utilizzato solo nella competizione vera e propria e non durante le qualificazioni. Ma le qualificazioni influenzano, e non poco, la competizione vera e propria ed il fatto che vengano utilizzati gli stessi mezzi di valutazione dà sollievo a federazioni e giocatori.

 (Photo by Claudio Villa - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

VAR PER TUTTI - Per quanto riguarda le partite di qualificazione delle squadre europee, la UEFA metterà a disposizione i propri furgoni con la strumentazione inclusa per ogni stadio dove si giocherà cosicché, anche negli stadi dove l’implementazione di questa tecnologia non fosse possibile, si possa garantire un arbitraggio con stessi pesi e misure delle altre gare. Così, da settembre, ovunque si giochi, la VAR potrà essere garantita per tutti. E in un periodo in cui altri enormi cambiamenti sembrano incombere sul mondo del calcio, come la possibilità che i mondiali si giochino ogni due anni, avere un punto fermo su cui contare come la VAR regala almeno un po’ di stabilità.