La UEFA studia la rivoluzione anti-Superlega: Champions nei weekend e campionati in mezzo alla settimana!

La possibilità di una creazione di una Superlega europea, di cui si parla da anni ma che è stata riportata alla luce da Football Leaks, sembra essere uno dei punti cardine su cui si giocherà il futuro prossimo del calcio continentale. La UEFA sembra abbastanza preoccupata e starebbe pensando a una vera e propria rivoluzione.

di Redazione Il Posticipo

La possibilità di una creazione di una Superlega europea, di cui si parla da anni ma che è stata riportata alla luce da Football Leaks, sembra essere uno dei punti cardine su cui si giocherà il futuro prossimo del calcio continentale. La FIFA avrà anche reagito tirando fuori gli artigli, minacciando i calciatori che se dovessero un giorno prendere parte a una competizione del genere, non autorizzata dai massimi organismi del pallone mondiale, non potrebbero più giocare le partite sanzionate dalla FIFA, Coppa del Mondo compresa. La UEFA dal canto suo sembra più preoccupata e, da quanto riporta AS, starebbe pensando a una vera e propria rivoluzione.

WEEKEND – Una rivoluzione che coinvolgerebbe sia i campionati che la Champions League. Per evitare la nascita di una Superlega, potrebbe dover essere necessario trasformare la Champions in qualcosa di più simile al progetto dei grandi club. E di conseguenza, l’idea sarebbe quella di giocare le partite della massima competizione europea nel weekend e di spostare ai martedì e ai mercoledì i turni corrispondenti dei tornei nazionali. Cosa cambierebbe? Beh, da un punto di vista squisitamente economico e di pubblico, moltissimo, perchè ovviamente nel weekend sarebbe molto più semplice attrarre tifosi allo stadio e davanti alla TV, valorizzando con effetto immediato sia le entrate ai botteghini sia, soprattutto, i già ricchissimi diritti TV della Champions.

BATTAGLIA – Ma anche su questo è ovviamente già battaglia. Da quel che riporta AS, i grandi club potrebbero anche apprezzare, ma i quattro principali campionati europei (Liga, Premier, Serie A e Bundesliga) hanno fatto sapere che non sono disposti a cedere i weekend alla UEFA per giocare la Champions. E nel frattempo gli altri tornei chiedono alla UEFA di revocare l’ultima riforma della coppa dalle grandi orecchie, quella che porta all’accesso diretto alla fase a gironi di quattro squadre dei primi quattro campionati per ranking. Una misura che, secondo i “piccoli” porta verso una sempre maggiore disparità e che potrebbe trasformare sempre di più la Champions…in una Superlega. E si ritorna al punto iniziale…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy