Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La teoria di Redknapp: “Lukaku è tornato dall’Italia più completo, ora gli serve…un po’ d’amore!”

SAINT PETERSBURG, RUSSIA - JUNE 12: Romelu Lukaku of Belgium celebrates after scoring their side's third goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group B match between Belgium and Russia on June 12, 2021 in Saint Petersburg, Russia. (Photo by Evgenia Novozhenina - Pool/Getty Images)

Non esiste una formula magica secondo cui ogni giocatore può essere messo nelle migliori condizioni mentali per dare il massimo. Ma Redknapp pensa di sapere come gestire Lukaku, che quando ha avuto la fiducia di Conte ha fatto sfaceli...

Redazione Il Posticipo

I grandi allenatori sono tali perchè riescono a ottenere il meglio da parte dei loro calciatori. E se dal punto di vista tecnico e tattico spesso è semplice, non lo è mai abbastanza quando si parla degli esseri umani. Non esiste una formula magica secondo cui ogni giocatore può essere messo nelle migliori condizioni mentali per dare il massimo. E sta al tecnico capire quale approccio intraprendere con ognuno dei suoi ragazzi. Harry Redknapp, uno dei decani del calcio inglese, lo spiega benissimo sulle pagine del Sun e fa un esempio che è ancora...molto vicino al calcio italiano: quello di Lukaku. Uno che quando ha avuto la fiducia e l'apprezzamento di Conte (e di Martinez nel Belgio) ha fatto sfaceli.

LUKAKU - Ecco perchè Redknapp consiglia a Tuchel di usare parecchia carota. "Un po' d'amore fa miracoli, o almeno così si dice. Nel caso del Chelsea, chissà a cosa potrebbe portare, perchè sono sicuro che è il modo migliore di ottenere il meglio da Lukaku. E se hai un Lukaku carico e in fiducia a guidare il tuo attacco, non c'è limite a quello che puoi ottenere. Credo che sia tornato in Premier League come un calciatore più completo dopo il suo periodo in Italia e lo vedremo quando il Chelsea affronterà l'Arsenal. Ha imparato di più riguardo il gioco, è migliorato nel tenere palla e probabilmente capisce quello che gli ruota attorno meglio, dopo aver fatto grandi cose anche con il Belgio".

 (Photo by Henry Browne/Getty Images)

GESTIONE - Del resto, chiosa il tecnico inglese, ogni calciatore fa storia a sè e se qualcuno va rimproverato per spronarlo a fare meglio, qualcun altro va soltanto...abbracciato. "Una delle cose più importanti è la gestione umana, sapere come trattare i calciatori, perchè ognuno ha bisogno di qualcosa di diverso. Ad alcuni serve un calcio nel sedere, ad altri che gli si metta un braccio sulla spalla e che gli si dica quanto sono speciali. Per me Lukaku è uno di quei calciatori lì e se questo è quello che serve per ottenere il meglio da lui al Chelsea, sono certo che Tuchel lo tratterà esattamente così. E vi dico una cosa, non mi aspetto proprio di vedere i difensori dell'Arsenal riuscire a fermare Lukaku...". Esattamente quello che sperano i tifosi dei Blues...