calcio

La teoria di O’Hara: “Se Celtic e Rangers giocassero in Premier…farebbero fatica a salvarsi. E in Scozia vincerebbe persino il Fulham”

(Photo by Ian MacNicol/Getty Images)

Un ex giocatore del Tottenham mette a confronto il campionato inglese con quello scozzese e dà un proprio parere abbastanza difficile da metabolizzare: Celtic e Rangers farebbero fatica a restare in prima divisione se giocassero in Premier.

Redazione Il Posticipo

Ogni campionato va considerato come un'entità a sé. Da quando il calcio ha lasciato i confini inglesi per la prima volta per approdare in altre nazioni, ha subito delle piccole e grandi modifiche. Oggi, in molte parti del mondo, gli appassionati cercano di parlare del "proprio" calcio come il più bello di tutti. E in questo, gli inglesi, per via della paternità dello sport, eccellono. Un ex giocatore del Tottenham mette a confronto il campionato inglese con quello scozzese e dà un proprio parere abbastanza difficile da metabolizzare per i tifosi delle squadre in questione: Celtic e Rangers farebbero fatica a restare in prima divisione se giocassero in Premier.

CELTIC, RANGERS E FULHAM - Jamie O'Hara ha giocato nel Tottenham dal 2006 al 2011 passando la stagione 2009/10 in prestito al Portsmouth. Un centrocampista di origini nordirlandesi che, almeno professionalmente, non è mai uscito dall'Inghilterra se non in trasferta. Eppure, O'Hara sembra abbastanza convinto che le due maggiori squadre scozzesi farebbero fatica a restare in prima divisione se giocassero nel campionato inglese, mentre il Fulham...monopolizzerebbe la Scottish Premier League. Tutto questo e molto altro ha spiegato il calciatore a TalkSport. Per lui, Celtic e Rangers, in Inghilterra, sarebbero paragonabili a squadre di bassa classifica.

 (Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

OPINIONE - E dire che tutto il discorso parte dai complimenti a Gerrard e ai Rangers, che stanno stravincendo la Scottish Premier League. Ma questo non significa che le big al di là del Vallo Adriano sarebbero in grado di dire la loro nel campionato inglese... "Se Rangers e Celtic fossero in Premier League sarebbero al livello di WBA, Brighton e Newcastle. Poi, se riuscissero a non retrocedere, in capo a qualche anno riuscirebbero ad arrivare tra le prime sei grazie agli introiti che garantisce il campionato inglese. Mentre il Fulham in Scozia vincerebbe immediatamente il campionato". Insomma, O'Hara parla di "standard inferiori". I tifosi delle scozzesi non l'hanno presa benissimo e si sono riversati sui social ad alimentare la polemica. Ma in fondo, l'opinione personale di O'Hara è proprio questo: un'opinione personale. E sarebbe divertente assistere a una nuova competizione magari amichevole, estiva, tra le migliori squadre del Regno Unito. Tanto per capire...chi ha ragione.