La strana teoria di Guardiola: il City non può vincere la Champions…per colpa dei tifosi

La strana teoria di Guardiola: il City non può vincere la Champions…per colpa dei tifosi

Se il City in Champions League stenta, non riuscendo mai ad arrivare a dama, è colpa…dei tifosi. Queste, in sintesi, le dichiarazioni dell’allenatore della squadra inglese. Ma che colpa ne ha il pubblico se la squadra di Guardiola soffre particolarmente l’aria di Champions? Semplice, non tifa abbastanza.

di Redazione Il Posticipo

La Champions League è una competizione difficile. A volte persino spietata. Non per niente, viene considerata un sogno, perchè a differenza dei tanti campionati nazionali, c’è sempre una sola squadra che la porta a casa tra tutte quelle europee. E quindi accade che club importanti, che vincono campionati e coppe, non riescano a mettere le mani sulle grandi orecchie. Questa è la situazione che vive il Manchester City. Ed è così da un bel po’, da prima che arrivasse Pep Guardiola. Ma rispetto a Mancini e a Pellegrini, gli altri tecnici vincenti dei Citizens degli ultimi anni, il catalano si è chiesto perchè. E ha trovato una risposta…particolare.

POCHI TIFOSI – Se il City in Champions League stenta, non riuscendo mai ad arrivare a dama, è colpa…dei tifosi. Queste, in sintesi, le dichiarazioni dell’allenatore della squadra inglese nella conferenza stampa che precede il match con lo Shakhtar, riportate dal Daily Mirror. Ma che colpa ne ha il pubblico se la squadra di Guardiola soffre particolarmente l’aria di Champions? Semplice, non tifa abbastanza. Anzi, a dirla tutta, spesso e volentieri lascia l’Etihad desolatamente mezzo vuoto. È già accaduto in questa stagione, nella partita casalinga contro il Lione, che (a questo punto neanche troppo stranamente) è terminata con la sconfitta, comunque inaspettata, del Manchester City. Una dimostrazione della teoria di Pep? Possibile.

SPINTA – E Guardiola lo dice chiaro e tondo. “Per vincere la Champions ci deve essere il desiderio di farlo. Ce lo devono avere il club, i tifosi, il presidente, il proprietario, chiunque deve spingere per avvicinarsi alla vittoria. Sì, serve una spinta e non solo da parte dell’allenatore, ma da da tutti quelli che circondano il Manchester City. Bisogna che la squadra senta che deve vincerla. E noi questa sensazione non ce l’abbiamo. La sensazione che i tifosi ci stiano spingendo verso la necessità di vincere la coppa. Ma questo non significa che non ci proveremo”. Insomma, Pep…mette un po’ le mani avanti. E visti gli ultimi due anni in Champions, con l’eliminazione prima per mano del Monaco e poi del Liverpool, difficile dargli torto….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy