Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La strana storia di Salah, che rischia la seconda…stagione interrotta della sua carriera: “Si sentirebbe sicuramente maledetto…”

Non succede spesso di vedere una stagione calcistica interrotta, ma la pandemia potrebbe portare a questa decisione in diversi paesi. Eppure c'è qualcuno per cui un'esperienza simile non sarebbe del tutto nuova. Mohamed Salah è già stato al...

Redazione Il Posticipo

Non succede spesso di vedere una stagione calcistica interrotta, ma la pandemia di coronavirus potrebbe portare a questa decisione in diversi paesi. L'Olanda e la Scozia hanno già preso una posizione definitiva e il rischio è che, con l'assottigliarsi dei tempi a disposizione per terminare sia i campionati che le coppe europee, molte altre federazioni debbano prima o poi fare lo stesso. Una possibilità che in Inghilterra avrebbe una sola, grandissima sconfitta: il Liverpool, ormai praticamente certo della vittoria del titolo, ma che in caso di stop definitivo non potrebbe fregiarsi di un campionato che manca dalle parti di Anfield da trent'anni.

EGITTO - Eppure, paradossalmente, c'è qualcuno per cui un'esperienza simile non sarebbe del tutto nuova. Mohamed Salah è già stato al centro di una stagione cancellata. Il campionato egiziano è stato sospeso nella stagione 2011/12 e non si è disputato in quella successiva. Il tutto a causa dei gravi incidenti avvenuti in occasione della partita nello stadio di Porto Said, quando 73 tifosi dell'Al-Ahly sono morti dopo un attacco dei supporter della squadra rivale dell'Al-Masry. Una tragedia che ha colpito il calcio egiziano ma che, come ricorda al Sun Mohamed El Akabawy, capitano della squadra in cui giocava all'epoca Salah, è stata però la fortuna calcistica dell'attuale attaccante del Liverpool.

MALEDIZIONE - "Cancellare quella stagione è stata la decisione migliore per l'Al-Mokawloon e per Salah, perchè il suo talento sarebbe stato in pericolo se fossimo stati retrocessi". E invece, anche a causa dello stop prolungato del calcio in Egitto, Salah decide di tentare l'avventura all'estero al Basilea. E il resto, come si suol dire, è storia. Ma ora la storia, quella vera, rischia di ripetersi e stavolta non con conseguenze positive per l'egiziano. "Sicuramente si sentirebbe maledetto, due stagioni cancellate in carriera non capitano tutti i giorni. Salah è come Messi per il Barcellona, è un'icona per i suoi fan. E sarebbe devastato se non vincesse il titolo". Come del resto tutti i tifosi dei Reds...