La splendida lettera di Klopp a un piccolo tifoso con problemi di ansia: “Sai Lewis, a volte anche io mi sento nervoso…”

Quando si è una stella del calcio, basta un piccolo gesto per cambiare la giornata di un tifoso. E se c’è qualcuno che questo sembra saperlo alla perfezione, è Jurgen Klopp. Il tedesco ha risposto a Lewis, 11 anni, un bambino con problemi di ansia che gli chiedeva consigli su come superare quei momenti così complicati…

di Redazione Il Posticipo

Quando si è una stella del calcio, basta un piccolo gesto per cambiare la giornata (o perchè no, la vita) di un piccolo tifoso. E se c’è qualcuno che questo sembra saperlo alla perfezione, è Jurgen Klopp. Il tecnico del Liverpool risponde continuamente e di persona alle tante lettere che i giovanissimi supporter dei Reds gli inviano. E, come riporta il Liverpool Echo, stavolta ha scelto quella di Lewis, 11 anni, un bambino con problemi di ansia che gli chiedeva consigli su come superare quei momenti così complicati. Klopp non si è fatto pregare e gli ha dato…la sua ricetta.

NERVOSO – “Ciao Lewis, posso cominciare dicendoti un segreto? Anche io a volte mi sento nervoso. E ad essere onesti mi spaventerebbe il contrario, perchè quando succede ho la possibilità di trasformare quell’energia in qualcosa di positivo. So che potrebbe sembrarti strano che l’allenatore del Liverpool provi quello che provi tu, ma è così. Dalla tua lettera capisco che sei un ragazzo molto riflessivo e che ci tiene agli altri. E quando si hanno queste qualità è complicato non essere nervosi. Mi hai chiesto cosa faccio quando i miei calciatori si sentono così e la risposta è semplice: ricordo loro quanto contano per me e quanto io creda in loro. E sono sicuro che anche la tua famiglia faccia lo stesso con te”. E basterebbe già questo per far contento Lewis.

ABBRACCIO – Ma Klopp fa di più, abbracciandolo idealmente. “Non devi preoccuparti del fatto che possano accadere cose brutte. Sai che ho perso molte finali e questo non è bello, ma grazie alla mia famiglia e ai miei amici sono andato avanti e ho avuto momenti bellissimi. Se avessi pensato solo a quelli brutti, non sarebbe stato possibile, quindi resta positivo e pensa ai bei momenti che avrai. E non dimenticare che sei parte della famiglia del Liverpool, quindi hai milioni di persone come te che vogliono che tu sia felice. Il tuo supporto conta moltissimo per noi e spero che questa lettera ti dimostri anche noi supportiamo te”. Un gesto apprezzatissimo anche dalla mamma di Lewis. “È stato bellissimo da parte sua, davvero gentile. Siamo andati dritti a comprare una cornice, perchè Lewis aveva paura che si rompesse. E ora è sulla scrivania in camera sua”. A ricordare a Lewis e a tutti gli altri…che persino Klopp a volte ha problemi di ansia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy