Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La solita Inter, ottavi di Coppa Italia e vittoria ai supplementari: una abitudine

La solita Inter, ottavi di Coppa Italia e vittoria ai supplementari: una abitudine - immagine 1
Tanta fatica per i nerazzurri. Come sempre...

Redazione Il Posticipo

I campioni in carica sfiorano il flop, ma poi tutto rientra nella norma. Inter - Parma finisce ai supplementari. E passa l'Inter. Stupisce chi si stupisce. I nerazzurri sono abituati a entrare... al rallentatore nella Coppa Nazionale. Nelle ultime tre stagioni, sono sempre stati necessari i 120' per decretare il passaggio del turno agli ottavi di finale. Non mancano neanche i precedenti contro le squadre di categoria inferiore. Il Parma va a fare compagnia al Pordenone, che nel 2017/2018 aveva portato la squadra allora allenata da Spalletti a centrare una soffertissima qualificazione ai calci di rigore.

2020/2021

—  

La Coppa Italia 2020/2021 dei nerazzurri si apre su un campo storicamente ostico. Il "Franchi" di Firenze. E la sfida, come consuetudine, regala emozioni soprattutto nei minuti finali. Si gioca il 13 gennaio ed è una sfida abbastanza rovente. Al 37' arriva il vantaggio dell'Inter con Vidal su calcio di rigore decretato dopo la chiamata al VAR di Massa che concede il bis senza ausilio dell'occhio elettronico cinque minuti dopo questa volta in area ospite. Richiamato, cambia idea. Il pareggio viola arriva al 57' con un bella conclusione di Kouame. Si va ai supplementari e Terracciano para di tutto, prima di arrendersi, a pochi secondi dai calci di rigore, al colpo di testa di Lukaku. L'Inter si fermerà in semifinale contro la Juventus.

2021/2022

—  

La scorsa stagione impegno sulla carta più agevole: si gioca il 19 gennaio... e quasi si finisce il giorno dopo ancora una volta dopo il pari maturato al 90' . L'Inter sblocca la partita al 13' con Sanchez che di testa spinge alle spalle di Furlan il cross di Dumfries. Sfida che sembra in discesa ma allo scoccare dell'ora di gioco Bajrami trova il gol del pareggio.  L'Inter suda freddo. Il VAR cancella un rigore assegnato all'Empoli, Cutrone colpisce la traversa e poi Radu... inizia a dare l'idea della stagione che lo caratterizzerà. Il pallone carambola sulla sua schiena e finisce in rete. 1-2 e toscani qualificati sino al 91' quando Ranocchia trova il gol da raccontare ai nipotini con un gol in semirovesciata degno delle figurine Panini. Al 104' è Sensi che chiude la pratica con un tiro da fuori. Inter che soffre, passa il turno e poi andrà a vincere la Coppa Italia.