La signora Piatek ha snobbato Londra e Mourinho: meglio Berlino… perchè è più vicina alla Polonia

La signora Piatek ha snobbato Londra e Mourinho: meglio Berlino… perchè è più vicina alla Polonia

Partenza in quarta: per Krzysztof Piatek non è una novità. Il polacco aveva cominciato alla grande anche la sua avventura al Milan, terminata però nel peggiore dei modi nell’ultima finestra di mercato. La moglie dell’attaccante però è felice lo stesso per come sono andate le cose…

di Redazione Il Posticipo

Da un gennaio all’altro, poi l’addio: l’avventura di Krzysztof Piatek non è andata come molti si aspettavano, diretto interessato in primis. L’attaccante polacco ha cambiato squadra alla scadenza dell’ultima finestra di mercato ed è volato in Germania all’Hertha Berlino con cui ha già esordito… e ha anche già segnato ovviamente! L’ex Milan e Genoa ha realizzato il 2-1 sul campo dello Schalke 04, che però si è aggiudicato la sfida del terzo turno di Coppa di Germania ai supplementari. Non solo Krzysztof: anche la moglie del giocatore ha ritrovato il sorriso a Berlino.

MOURINHO SNOBBATO – Prima che diventasse ufficiale il passaggio all’Hertha Berlino, il nome di Piatek è stato accostato al Tottenham di José Mourinho, alla ricerca di un attaccante per sostituire l’infortunato Harry Kane: gli Spurs hanno chiesto in prestito per 18 mesi l’attaccante che alla fine ha preferito trasferirsi in Bundesliga. Secondo quanto riportato da SportBild, ha pesato il parere di una persona vicinissima a Piatek: la moglie Paulina ha spinto il marito verso l’Hertha per essere vicini a casa, snobbando così l’ambitissima Londra e anche il manager portoghese.

KLINSMANN FELICE – Piatek ha respinto José Mourinho preferendo Jürgen Klinsmann, arrivato sulla panchina dell’Hertha Berlino a novembre dopo un lungo periodo di inattività. Il 24enne è entrato a partita in corso contro lo Schalke 04 in Bundesliga senza trovare la rete, ma si è rifatto contro la stessa squadra al terzo turno di Coppa di Germania. Klinsmann è entusiasta del suo nuovo attaccante: “Con lui aumenta la qualità all’interno della nostra squadra. Krzysztof  ha dimostrato di essere un capocannoniere. Ha fame, ha presenza, sa come correre in correre e dove finisce il pallone. Questo dà molta fiducia alla squadra”. Insomma: il Milan e Mou sono ormai alle spalle. Per la gioia di Frau Paulina, come la chiamano già in Germania…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy