La sentenza di Berbatov: “Perchè lo United è in crisi? Gli avversari non si c****o più sotto a Old Trafford…”

La sentenza di Berbatov: “Perchè lo United è in crisi? Gli avversari non si c****o più sotto a Old Trafford…”

Secondo il bulgaro, i Red Devils stanno vivendo un periodo davvero particolare e gli avversari arrivano a giocare contro la squadra di Solskjaer sapendo che c’è sempre una possibilità, anche minima, di fare risultato. Non certo come quando in panchina c’era Sir Alex…

di Redazione Il Posticipo

Dimitar Berbatov ha da poco lasciato il calcio giocato, ma non smette mai di dire la sua al riguardo. L’attaccante bulgaro ha parlato a Betfair di una delle sue ex squadre, il Manchester United. I Red Devils stanno vivendo un periodo davvero particolare, in cui il blasone del club sta perdendo un po’ del suo valore. E di conseguenza, gli avversari arrivano a giocare contro la squadra di Solskjaer sapendo che c’è sempre una possibilità, anche minima, di fare risultato. Non certo come quando in panchina c’era Sir Alex…

SPAVENTARE – “Al momento, gli avversari non sono spaventati del Manchester United. E gli si può dare torto? Le altre squadre vedono i risultati attuali dello United e dove sono arrivati in classifica negli ultimi anni. E cominciano a credere di avere la possibilità di vincere, di portare a casa i tre punti contro di loro. Mercoledì sera ho visto il Rochdale giocare partendo dalla difesa a Old Trafford. Hanno dimostrato che non gli interessava che di fronte ci fosse lo United, avevano fiducia in loro stessi”. Qual è dunque la soluzione? Tornare…a fare paura. “Lo United deve tornare a quel periodo in cui le squadre arrivavano a Old Trafford e già si c******o sotto nel tunnel. Spero che possano riuscire di nuovo a spaventare gli avversari così tanto”.

SOLSKJAER – Ole Gunnar Solskjaer riuscirà a trovare il bandolo della matassa oppure…verrà licenziato prima? Berbatov non crede che sia una soluzione giusta, ma… “È una questione di tempo, non dimentichiamo che Sir Alex Ferguson ha vinto il suo primo campionato con lo United alla sesta stagione. È un processo lungo, non è facile come pensa la gente. Allenare non è solamente andare in campo, distribuire i palloni e far fare gli esercizi. Il tecnico ha a che fare con tante altre cose. Licenziarlo ora sarebbe un errore. Ma dipende dai risultati, lo sanno tutti. Qui si parla del Manchester United e il Manchester United deve vincere, non importa quale competizione”. Un messaggio chiaro al norvegese…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy