Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

La scalata di Southgate: dal…vomito sull’allenatore al Viareggio alla carriera da agente di viaggio

LONDON, ENGLAND - JULY 07: Gareth Southgate, Head Coach of England acknowledges the fans following victory in the UEFA Euro 2020 Championship Semi-final match between England and Denmark at Wembley Stadium on July 07, 2021 in London, England. (Photo by Paul Ellis - Pool/Getty Images)

Il Sun raccoglie alcuni estratti della carriera del CT, dalla volta in cui ha dato di stomaco sul suo allenatore fino all’eventualità di un… cavalierato.

Redazione Il Posticipo

Quando Gareth Southgate è stato scelto come commissario tecnico della nazionale inglese, più di qualche dubbio c’era. Da giocatore era apprezzato sebbene non fosse la stella del suo club e della sua nazionale. Ora, da allenatore, è arrivato quasi sul tetto d’Europa e vorrebbe cercare di vincere la finale contro l’Italia e scrivere il proprio nome nella storia del calcio inglese. Il Sun raccoglie alcuni estratti della sua carriera, dalla volta in cui ha dato di stomaco sul suo allenatore fino all’eventualità di un… cavalierato.

SIR GARETH - Sì, si parla dell’eventualità di un cavalierato per l’allenatore della nazionale inglese in caso del risultato storico negli Europei. Potrebbe diventare Sir Gareth Southgate ma il suo pubblico sta cercando a gran voce di ricordargli che deve far giocare la sua squadra nella maniera più possibile libera da pressioni. E di pressione Europea, Southgate ne ha molta: nel 1996, è stato lui a sbagliare il rigore decisivo contro la Germania che ha causato l’eliminazione in semifinale. Ma non è il suo unico episodio… particolare. Gareth Southgate una volta ha dato di stomaco addosso al presidente della sua squadra in una nottata di tequila durante il torneo di Viareggio.

 BURTON UPON TRENT, ENGLAND - JUNE 24: Gareth Southgate manager of England during an England training session at St George's Park on June 24, 2021 in Burton upon Trent, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

AGENTE DI VIAGGIO - Ai tempi del Crystal Palace, Southgate era noto tra i suoi compagni come il "ragazzo elegante di Crawley", è stato spronato molto duramente dal suo allenatore Alan Smith che gli ha detto piuttosto di cercare di fare carriera come agente di viaggio. "Avevamo una partita in particolare, che abbiamo perso, e l'ho chiamato in ufficio e gli ho detto: 'Gareth, penso che tu sia troppo brillante per fare questo lavoro’”, ha detto Smith alla BBC. "Penso che tu debba fare una scelta. Penso che dovresti diventare un agente di viaggio”. Fortuna che Gareth Southgate abbia preso questa uscita dura nel modo giusto e abbia deciso di continuare a giocare a calcio come giocatore di una certa dose di qualità e tanto cuore.