Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La Roma si impone a Salerno, Bocchini: “La rosa va completata, ripartiamo dal primo tempo”

SALERNO, ITALY - AUGUST 29: Carles Perez of AS Roma vies with Joel Obi of US Salernitana during the Serie A match between US Salernitana and AS Roma at Stadio Arechi on August 29, 2021 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Troppa Roma per la Salernitana che regge solo un tempo.

Redazione Il Posticipo

La Salernitana regge il confronto con la Roma sino alla rete del vantaggio di Veretout. Poi giallorossi sul velluto e per i padroni di casa la sfida si è trasformata in una lunga attesa verso il fischio finale. I granata hanno speso moltissimo a livello fisico e mentale nel primo tempo, poi quando i ritmi sono calati, inevitabilmente i valori sono emersi. E la forbice che separa la Salernitana dalla Roma è troppo ampio. Castori non si è potuto presentare davanti ai microfoni per stare accanto alla moglie, ricoverata in ospedale dopo essere caduta allo stadio. Il vice Bocchini analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

FORTINO - Castori ha scelto la via che doveva e poteva. Difendersi e sfruttare l'episodio. La Roma non ha concesso alcuna possibilità. E crollato il fortino, è di fatto finita la partita. "Normale che quando si cerca di ribaltare anche un solo gol, contro una Roma che ha così tanta qualità nel tagliare il campo diviene tutto difficile. Ci siamo fatti sorprendere nella ripresa dopo un buon primo tempo, ma quando si aprono le maglie per accompagnare il gioco offensivo diviene complicato. Poi è arrivata la fatica e la partita ha preso questa piega"

PROSPETTIVE - La sensazione è che la Salernitana abbia ancora il cartello "work in progress". Il mercato e la sosta daranno un volto definitivo alla rosa. "Ripartiamo dal primo tempo. Abbiamo giocato bene contro una squadra di grandissima personalità. Non dobbiamo perdere fiducia, siamo una neopromossa e dobbiamo mantenere la portata fisica, agonistica e nervosa che ha caratterizzato i primi 45' di gioco. Abbiamo bisogno di completare la rosa a livello numerico per recuperare il ritardo accumulato e riempire le caselle di chi è andato via. Servono innesti in tutti i reparti anche se oggi le lacune sono emerse anche per via delle moltissime assenze. La dirigenza è consapevole delle necessità".