La rivoluzione di Nagelsmann: niente multe. Chi sgarra paga… i dipendenti del club

Tutti si aspettano che l’innovazione parta dalla tattica. Ma quando si tratta di Nagelsmann nulla è scontato: ha trovato un modo per rendere felici tutti, per assurdo, rivoluzionando le multe.

di Redazione Il Posticipo

I canoni, nella vita come nel calcio, sono una cosa importante. Tuttavia, nel mondo c’è chi li segue e chi… li riscrive. Come nel credo di Julian Nagelsmann. Il giovane tecnico tedesco ha trovato un modo per rendere felici tutti, per assurdo, rivoluzionando le multe.

MULTE – In tutte le squadre vige un codice etico. Quando un giocatore viene meno a quest’ultimo, solitamente, viene sottoposto a penalità pecuniarie. Il tecnoco spiega ala rivista Xing, la sua rivoluzione: niente multe, ma regali a un membro qualsiasi del club. E vissero tutti felici e contenti. Come un addetto alla pulizia degli uffici del club che si è  giovato della norma, guadagnandosi un posto in prima fila in occasione di una trasferta del Lipsia.  Dove non si punisce, ma si coopera. “In questo modo, rafforziamo il sentimento interno di unità del club“.

PREMI – Nagelsmann ha trovato sicuramente un modo originale per multare gli indisciplinati  i senza mortificarli. E così è riuscito anche a migliorare l’umore generale dell’ambiente. Resta da capire invece, quale s a la filosofia legata ai riconoscimenti individuali.  “Dopo le partite ci sono sempre valutazioni legate a ciascun calciatore. Chi gioca bene viene elogiato davanti al gruppo e  nominato Man of the Match. Abbiamo anche un sistema di bonus in base al quale tutta la squadra, intesa come gruppo, quindi inclusi fisioterapisti, allenatori di riabilitazione e psicologi, possa condividere il successo. Io stesso mi incarico di garantire che possa essere spartito fra tutti i componenti. E se manca qualcosa, aggiungo“. Quindi, quando le cose vanno bene per tutti, è Nagelsmann ad autotassarsi. Ma visti i suoi risultati e la voglia di arrivare sempre più in alto, è presumibile che il sistema stia funzionando e anche bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy