La rivoluzione di Lampard: via dal Chelsea tutti gli “italiani”, i pupilli di Sarri e Conte sono sul mercato

La rivoluzione di Lampard: via dal Chelsea tutti gli “italiani”, i pupilli di Sarri e Conte sono sul mercato

Al Chelsea le cose non vanno benissimo. Lampard non ha ancora convinto a pieno, ma essendo un’icona del club è più probabile che a pagare una stagione sotto tono saranno i calciatori… In particolare quelli arrivati su richiesta dei due ex tecnici, a partire da Jorginho…

di Redazione Il Posticipo

Al Chelsea le cose non vanno benissimo e la partita di Champions contro il Bayern Monaco non ha fatto altro che confermare anche in Europa un trend già visto in campionato. I Blues sono quarti, ma il posto Champions è decisamente a rischio, con Tottenham e United che distano rispettivamente tre e quattro punti. Lampard non ha ancora convinto a pieno, ma essendo un’icona del club è più probabile che a pagare una stagione sotto tono (soprattutto rispetto al tanto vituperato Sarri, che però ha almeno vinto l’Europa League) saranno i calciatori più che il tecnico. Che, come riporta il Sun, prepara la rivoluzione.

JORGINHO… – Rivoluzione che andrebbe a colpire il passato recente del club, quello legato all’Italia. Del resto, quasi tutti i calciatori attualmente presenti in rosa sono stati portati a Londra da Conte o da Sarri. E proprio da alcuni fedelissimi dei due manager tricolori parte…la svendita. In cima alla lista c’è Jorginho, che continua a non convincere per quello che riguarda i ritmi di gioco. In un calcio meno di possesso di quello portato avanti da Sarri, l’italo-brasiliano soffre ad adattarsi alla velocità della Premier League. E per questo, spiega il Sun, è tra i principali indiziati per una cessione a giugno, nonostante sia arrivato neanche due stagioni fa e per oltre 60 milioni di euro.

…E GLI ALTRI – Anche la…banda Conte, però, paga pegno. L’espulsione contro il Bayern segna probabilmente la fine dell’avventura al Chelsea di Marcos Alonso, per la gioia del suo ex allenatore che potrebbe riportarlo in Italia. Anche il collega di fascia Emerson Palmieri non è certo incedibile. La sua abilità offensiva non viene pareggiata dall’attenzione nella fase difensiva, il che sta creando parecchi grattacapi a Lampard. Oltre al trio di pupilli tricolori, molti altri saluteranno Stamford Bridge. Willian e Pedro sono in scadenza di contratto, così come Giroud. Per non parlare di Kepa, passato da portiere più costoso al mondo a riserva di Caballero. La rivoluzione inglese, insomma, è appena iniziata. Ma la testa che rotolerà non sarà certo quella di Re Frankie…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy