La rivelazione shock di Evra: “Due settimane prima di ritirarsi, Ferguson stava riportando CR7 allo United…”

Le dichiarazioni di Patrice Evra sono sempre in grado di sorprendere. Il transalpino ha rivelato che poche settimane prima di lasciare la panchina nel 2013, Ferguson aveva pronti due colpi in grado di cambiare la storia recente del club, ma anche di tutto il calcio europeo: il ritorno di CR7 e l’arrivo di Bale…

di Redazione Il Posticipo

Quando Patrice Evra parla, difficilmente è banale. Il francese si è fatto una reputazione particolare, anche e soprattutto per le sue follie fuori dal campo. E le sue dichiarazioni sono sempre in grado di sorprendere. Parlando al podcast ufficiale del Manchester United, il transalpino ha rivelato che poche settimane prima di lasciare la panchina nel 2013, Ferguson aveva pronti due colpi in grado di cambiare la storia recente del club, ma anche di tutto il calcio europeo. Ed era convinto che con CR7 e Bale, lo United sarebbe stato invincibile…

CR7 E BALE – “Due settimane prima che lasciasse, mi ricordo che c’erano un sacco di articoli sul fatto che forse si sarebbe ritirato l’anno successivo. E lui mi fa: ‘Patrice, io non mi ritirerò mai. Starò qui altri dieci anni’. E poi mi dice: “Il mio obiettivo è vincere di nuovo la Champions e ho bisogno di due calciatori: Cristiano Ronaldo e Gareth Bale. E sono sicuro al 99% che li avrò. Al 99%’. E a dire la verità, anche io ho parlato con Cristiano e gli ho chiesto se fosse vero. Lui mi ha detto che aveva detto di sì al boss e che stava tornando allo United. Me lo ha detto proprio lui”. Alla fine, in realtà, i due giocheranno assieme ma…al Real Madrid. Il portoghese decide di rimanere al Bernabeu e qualche settimana dopo Perez annuncia l’acquisto del gallese.

ADDIO – Un brutto colpo per Sir Alex, che a quel punto si trova ad affrontare il fatto che forse è arrivato il momento di smettere. Evra ricorda bene quel giorno. “Due settimane dopo ci dicono che c’è una riunione nello spogliatoio. Quando siamo arrivati a Carrington abbiamo visto un sacco di telecamere e io ho pensato: ‘Bene, qualcuno ha fatto una stupidaggine. Magari un calciatore. Qualcuno ha fatto qualcosa che non doveva, adesso siamo nei casini’. Ma quando siamo arrivati ci fanno: ‘Ragazzi, dovete rimanere nello spogliatoio perchè il boss vuole parlare con voi’. E quando Ferguson doveva parlare a tutta la squadra nello spogliatoio, non erano mai belle notizie. Ha cominciato e ci ha detto: ‘Sono molto dispiaciuto. Qualcuno ha detto che mi ritirerò prima che lo dicessi io stesso. Ecco perchè ci sono tutte quelle telecamere. Ma mi ritiro, perchè mia moglie ha bisogno di me’. E poi ha chiesto scusa a tutti, in particolare a Van Persie a a Kagawa, perchè li aveva acquistati da poco”. Un momento storico per lo United. Ma forse, non come se l’era immaginato Fergie…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy