La rivelazione di Zubizarreta: “Martino diceva a Messi ‘lo so che se chiami il presidente lui mi caccia, non me lo devi mica dimostrare tutti i giorni’…”

Quanto pesa un campione come Leo Messi all’interno di uno spogliatoio? Tanto, tantissimo, al punto che basta una parola per cambiare le sorti di un allenatore. Lo confermano due personaggi al di sopra di ogni sospetto: Vicente Del Bosque e Andoni Zubizarreta, con l’ex portiere che racconta un aneddoto di qualche anno fa…

di Redazione Il Posticipo

Quanto pesa un campione come Leo Messi all’interno di uno spogliatoio? Tanto, tantissimo, al punto che basta una parola per cambiare le sorti di un allenatore o dei compagni di squadra. Spesso e volentieri si è detto che al Barcellona il mercato lo fa la Pulce, che con i suoi veti o le sue preferenze è in grado di stabilire chi giocherà con lui. Ma anche…chi deve dirigere la squadra. Visti i rapporti con la dirigenza, sembra complicato che sia così in futuro, ma in passato la voce di Leo ha avuto parecchi effetti sugli allenatori che sono passati per il Camp Nou.

GESTIRE MESSI – Lo confermano due personaggi al di sopra di ogni sospetto: Vicente Del Bosque e Andoni Zubizarreta, in una chiacchierata per El Pais, sottolineano come il campionissimo in rosa sia un’arma a doppio taglio per ogni tecnico. Che sa di avere a disposizione qualcuno in grado di cambiare le sorti di una partita, ma anche…le proprie, nel bene o nel male. Del Bosque, che di grandi calciatori se ne intende, spiega: “È complicato per un allenatore gestire una cosa del genere. E se i grandi calciatori cominciano a non andare d’accordo con chi è in panchina, nascono i problemi, che poi diventano una scocciatura non da poco per i tecnici”.

MARTINO – E Zubizarreta racconta un aneddoto risalente a qualche anno fa, quando era ancora direttore sportivo del Barcellona. Nel 2013, dopo il drammatico addio di Tito Vilanova, la società sceglie come nuovo allenatore Gerardo “Tata” Martino. L’argentino, però, si sente…abbastanza intimidito dal suo connazionale Messi. “Tutto dipende dalla generosità del calciatore nei confronti della sua squadra e del suo allenatore. Il Tata Martino, quando era al Barça, diceva a Messi: ‘Lo so che se chiami il presidente lui mi caccia, però c***o non serve che me lo dimostri tutti i giorni. Lo so già di mio'”. E infatti l’avventura di Martino al Camp Nou è durata una sola stagione. A dimostrazione che Messi forse non fa la formazione, ma che sulla scelta del tecnico ha parecchia voce in capitolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy