Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

La rivelazione di Rothen, il coronavirus blocca il passaggio di Mbappè al Real: “L’accordo era raggiunto, ora tutto è rimandato”

Effetti collaterali del coronavirus nel calcio? La pausa forzata, il caos calendari, ma anche un blocco di fatto del mercato, perchè è complicato dire quali saranno i parametri dei trasferimenti una volta che il problema Covid-19 sarà superato....

Redazione Il Posticipo

Effetti collaterali del coronavirus nel calcio? La pausa forzata, il caos calendari, ma anche un blocco di fatto del mercato. La situazione è talmente poco leggibile che un po' tutto è fermo, anche le trattative. I club si muovono, fanno sondaggi, ma in questo momento meglio non rischiare. Anche perchè, come hanno fatto notare in molti, è complicato dire quali saranno i parametri dei trasferimenti una volta che il problema Covid-19 sarà superato. C'è chi sostiene che cambierà poco e chi invece che i costi dei cartellini e degli ingaggi siano destinati a crollare. Dunque, niente operazioni, soprattutto di un certo peso.

ACCORDO RAGGIUNTO - Come quella che potrebbe portare Kylian Mbappè al Real Madrid. Che il francese sia un pallino del connazionale Zidane non è certo una novità. Ma che il suo arrivo al Bernabeu fosse praticamente cosa fatta prima della pandemia, forse è un po' inaspettato. Eppure questo è quello che racconta Jerome Rothen, uno che con la maglia del Paris Saint-Germain ha giocato e vinto. L'ex centrocampista parla a RMC Sport e lascia poco spazio ai dubbi: se il campione del mondo 2018 non è ancora un giocatore dei Blancos è colpa del coronavirus. "So da fonti sicure che un accordo per portare Mbappè al Real Madrid era praticamente stato raggiunto. Ma con tutto quello che sta accadendo, il suo arrivo al Bernabeu verrà rimandato".

NIENTE RINNOVO - Certezza assoluta, dunque. E nonostante si continui a parlare di trattative per il rinnovo del contratto del francese, Rothen le ritiene solamente mosse per non dare l'impressione che ormai sia già tutto fatto. "Non c'è modo che Mbappè rinnovi il suo contratto con il Paris Saint-Germain. C'è un accordo tra le parti, il PSG si è detto d'accordo a lasciarlo andare questa estate. Per come la vedo io, è solo questione di tempo". La domanda però è lecita: a quali cifre si muoverà il francese, nel caso Rothen avesse ragione? Come nel caso del suo compagno di squadra Neymar, il trasferimento del classe 1998 sarebbe la pietra di paragone di tutto il mercato successivo. Dunque...occhio a quanto si spende!