Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La rivelazione di Mundo Deportivo: Piquè si candida alle elezioni per la presidenza del Barcellona!

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Calciatore vincente, imprenditore di successo, persino...compagno di Shakira. Se c'è qualcosa che Gerard Piquè non sa fare, il catalano lo nasconde benissimo. E quindi sorprende, ma non troppo, che il centrale catalano abbia preso una decisione...

Redazione Il Posticipo

Calciatore vincente, imprenditore di successo, persino...compagno di Shakira. Se c'è qualcosa che Gerard Piquè non sa fare, il catalano lo nasconde benissimo. Eppure, a 34 anni, persino la leggenda del Barcellona deve fare i conti con il tempo che passa. Gli infortuni continuano a martoriarlo e c'è da pensare il futuro. Che per chi guarda sempre in alto, non può che essere in una posizione in cui sia in grado di dire la sua. E quindi sorprende, ma non troppo, quello che racconta MundoDeportivo: il centrale della squadra di Koeman avrebbe finalmente sciolto le sue riserve e preso una decisione importante, quella di candidarsi alle elezioni per la presidenza del Barça.

FUTURO - In buona parte, spiega la testata catalana, la scelta è dovuta alle sue condizioni fisiche. Piquè è gravemente infortunato al ginocchio destro e non ci sono certezze riguardo un suo possibile ritorno ad altissimi livelli. Anche l'idea di operarsi per garantirsi qualche anno in più di carriera non sembra troppo appetibile, anche perchè questa stagione sta dimostrando che Ronald Araujo può prendere il suo posto al centro della difesa, garantendo anche quel buon quantitativo di reti stagionali che il catalano ha sempre offerto. Considerando anche che il ritorno di Eric Garcia, centrale del Manchester City cresciuto alla Masia, è ormai cosa fatta, Piquè è convinto che il futuro della retroguardia blaugrana sia dunque in buone mani.

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

REGOLAMENTO - E può quindi pensare al Barça dal punto di vista dirigenziale, visto che il club non se la sta passando per nulla bene. La sua situazione però è talmente particolare che per farlo candidare...serve una modifica al regolamento. Piquè è ancora un calciatore della rosa, il che in teoria gli impedisce di aspirare alla presidenza. Ecco perchè, spiega Mundo Deportivo, il difensore avrebbe già parlato con il presidente ad interim Tusquets per superare questo ostacolo. E chissà che alla fine non arrivi anche il ritiro per Piquè, che in fondo dopo l'umiliante 2-8 subito contro il Bayern Monaco era stato il primo a spiegare di essere pronto a farsi da parte. Del resto, il catalano ha già dato il massimo per il Barcellona in campo. E ora potrebbe farlo dalla poltrona più importante.