Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La rivelazione di Cicinho: “Il Real ha rifiutato Dani Alves perchè aveva già me…”

(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Cicinho ha più volte raccontato la vita ai tempi del Real. Quello che non aveva mai detto finora è che la sua presenza nella rosa della squadra spagnola ha impedito che al Santiago Bernabeu arrivasse...Dani Alves. A Madrid erano convinti che il...

Redazione Il Posticipo

Cícero João de Cézare, per tutti Cicinho. Un calciatore che poteva diventare uno dei migliori esterni destri del mondo, ma la cui carriera è stata drasticamente influenzata da un po' troppi vizi e stravizi. In ogni caso il brasiliano ha più di qualcosa da raccontare, visto che ha giocato con le maglie del Real Madrid e della Roma, oltre che ovviamente con quella della Seleçao, vincendo la Confederations Cup nel 2005 con la nazionale verdeoro. E tra i tanti aneddoti che l'ex romanista ha sciorinato alla trasmissione Arena STB, ce n'è uno che riguarda un connazionale che in carriera...ha vinto parecchio, ma che poteva farlo con i Blancos.

DANI ALVES - Cicinho ha più volte raccontato la vita ai tempi del Real, quando nello spogliatoio c'erano campioni come Zidane, Ronaldo e Beckham. Quello che non aveva mai detto finora è che la sua presenza nella rosa della squadra spagnola ha impedito che al Santiago Bernabeu arrivasse...Dani Alves. Uno che in quegli anni si stava facendo un nome in Liga con la maglia del Siviglia e che quindi era potenzialmente nel mirino della Casa Blanca. Da quelle parti però erano convinti che il terzino del futuro ce lo avessero già in casa... "Durante il mio periodo al Real Madrid c'erano parecchie speculazioni riguardo l'acquisto di Dani Alves, che all'epoca era al Siviglia. Ma la dirigenza ha detto di no, spiegando che avevano già Cicinho".

 (Photo by Alexandre Schneider/Getty Images)

SAO PAULO - Non proprio un capolavoro di lungimiranza da parte del club blanco, che appena qualche anno dopo ha...sbolognato il terzino. Cicinho prima ha cercato di far ripartire la sua carriera alla Roma e poi (per sua stessa ammissione) si è perso in un mare fatto di alcol e sostanze stupefacenti. Un talento davvero gettato via. E dire che anche nel suo Brasile, almeno da qualche parte, lo considerano ancora una leggenda al pari di Dani Alves. Anzi, ancora di più: "Nella storia del calcio in generale, Dani Alves ha fatto più di me. Ma se guardiamo alla storia del São Paulo, è più importante il mio contributo. E ho giocato più di lui con quella maglia". Considerando che al momento attuale Dani Alves è proprio in forza al Tricolor, una bella punzecchiata...